FESTA DELLA DONNA: “Se ti svaluta, questo non è amore”

L’8 marzo ricorre la “Giornata internazionale dei diritti della donna”, meglio nota come “festa della donna”. Anche se, in realtà, le donne andrebbero festeggiate tutto l’anno, ogni giorno! La ricorrenza intende ricordare le conquiste sociali, economiche e politiche, ma anche le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e, purtroppo, sono ancora oggetto in molte parti del mondo. Anche nel nostro territorio. Il fenomeno della violenza è grave e in crescita, la cronaca lo dimostra. E Crema, purtroppo, non fa eccezione…

Rete ConTatto – differenti soggetti che, operando in ambiti diversi, mirano a intercettare la violenza sulla donne e a intervenire utilizzando tutte le professionalità necessarie – e Associazione Donne Contro la Violenza, pur limitate dal Covid, hanno organizzato alcune proposte di sensibilizzazione.

Realizzeremo scritte, di tre tipologie, davanti alle scuole cittadine e lungo le ciclabili di Crema – spiega la presidente dell’associazione Gianna Bianchetti –. Insomma in luoghi significativi e di passaggio perché il nostro scopo è quello di sensibilizzare i cittadini e, in particolare, i ragazzi. Va benissimo ed è giusto organizzare iniziative per questa ricorrenza e per il 25 novembre, ma siamo consapevoli dell’importanza d’intervenire sul piano culturale”. Queste le frasi che compariranno a terra: Se ti svaluta questo non è amore; Se ti fa del male questo non è amore; Se ti controlla questo non è amore, tutte griffate Associazione Donne Contro la Violenza.

Non solo. La “Rete” ha deciso di rivolgersi agli uomini. L’idea lanciata è quella di realizzare un breve video (due minuti al massimo) in cui uno o più uomini raccontino una donna che si è particolarmente distinta per la sua storia, le sue capacità, le sue doti, i sui talenti professionali, artistici, intellettuali, ecc. Non necessariamente una donna famosa o conosciuta: l’importante è che in ogni caso venga rispettata la sua privacy (diversamente il filmato non potrà essere pubblicato in quanto senza consenso). L’uomo o gli uomini si riprenderanno con lo smartphone mentre leggono (o recitano, come preferiscono) la storia della donna scelta, oppure una frase significativa, un episodio emblematico o altro; in alternativa si può anche più semplicemente scegliere una poesia o un altro contributo analogo sul tema delle donne. I video saranno caricati a partire proprio da lunedì 8 marzo sulle pagine Facebook e Instagram della Rete ConTatto. “Il video è da girare con lo smatphone in orizzontale, facendo attenzione a mettersi in posizione illuminata e senza rumori di disturbo in sottofondo – spiegano le organizzatrici –. La durata massima deve essere di due minuti. I video sono da inviare tramite WhatsApp al numero 335.6710881, indicando nome e cognome dell’autore. L’invio implica il consenso a diffondere le immagini”.