UNITI PER LA PROVINCIA ONLUS – Toninelli e Degli Angeli: “Chiediamo la massima trasparenza”

“I cittadini, tutti coloro che hanno donato con generosità, meritano risposte e trasparenza. In un’ottica di collaborazione istituzionale tra Enti ci siamo fatti parte diligente nel richiedere un apposito riepilogo e rendiconto inerente all’ammontare totale dei contributi versati dai cittadini, nonché un rendiconto di dove e come questi fondi siano stati destinati”. Il M5S con il senatore Danilo Toninelli e il consigliere regionale Marco Degli Angeli hanno inviato una lettera al neo presidente della fondazione “Uniti per la provincia di Cremona fondazione Onlus”, il presidente della Provincia Paolo Mirko Signoroni.

“Le notizie di indagini della magistratura che ha coinvolto la onlus per la presunta “distrazione” di oltre 222.000 euro dei fondi pervenuti grazie alle donazioni dei cittadini sono state un brutto colpo per la comunità cremonese. Il presidente della Provincia di Cremona ha fatto sapere tramite una nota stampa che sarà compiuta un’operazione trasparenza rendicontando in futuro le donazioni su di un nuovo sito Internet”.

“Accogliamo positivamente questa iniziativa. È importante intraprendere un’azione di massima trasparenza – dichiara Degli Angeli –. Nel frattempo, stando alle ultime notizie apprese, dall’ospedale di Cremona e dall’Ats sono infatti arrivate alla fondazione ulteriori richieste di denaro utile ad acquistare materiali diagnostici utili alla gestione emergenziale e, soprattutto, del post Covid”. “Nel pieno rispetto della trasparenza e del rispetto istituzionale – aggiungono  Degli Angeli e Toninelli – auspichiamo di ricevere una pronta risposta alla nostra lettera, consentendoci di avere, da subito, e prima che il nuovo sito Internet venga commissionato, realizzato e messo online, una pubblicazione puntuale di ciò che è stato fatto. I cittadini che con cuore e senso di responsabilità e comunità  hanno versato delle somme hanno il diritto di sapere la verità. Attendiamo quindi di ricevere una risposta il più trasparente possibile grazie alla quale, congiuntamente all’egregio lavoro che sta svolgendo la magistratura, potremo informare i cittadini”.