NOVITÀ – CremAbitare: sondaggio sulla condizione abitativa a Crema

Gennuso in Consiglio comunale (repertorio)

Un nuovo strumento dello Sportello dell’Abitare, nell’ambito del programma 6 della coprogettazione: “CremAbitare”, un sondaggio online sulla condizione abitativa in città, che intende allargare la conoscenza e intercettare domande, bisogni e punti di vista della cittadinanza con l’obiettivo di giungere a un nuovo coordinamento di interventi, misure e opportunità connesse al tema dell’abitare.

A un anno dall’apertura dello Sportello, operativo due giorni a settimana nell’ufficio presso il complesso dell’housing sociale, capace di accogliere le istanze di 122 cittadini e, tramite il numero verde dedicato, offrire supporto su questioni abitative a 176 contatti, si fa un passo in più nell’ottica di un approccio integrale al tema casa.  “Si è reso necessario – commenta l’assessore al Welfare Michele Gennuso – impostare un’azione che sappia adempiere ai nuovi compiti assegnati dalla normativa regionale e al contempo offrire servizi abitativi in grado di rispondere ai bisogni in costante evoluzione, connettendo in questo la dimensione immobiliare a quella sociale. Ci apriamo al territorio raggiungendo tutti gli attori in campo dai conduttori di alloggi privati ai proprietari di casa, intercettando domande e bisogni non espliciti e parlando anche linguaggi non vicini al mondo sociale”.

Niente di meglio, per partire, che un sondaggio. Nell’intento di raggiungere tutti gli attori coinvolti direttamente e raccogliere punti di vista e vissuti differenti, le domande di “CremAbitare” si differenziano in base ai diversi portatori di interesse: inquilini di abitazioni sul mercato privato, di alloggi Sap (case popolari), proprietari di casa e intermediari immobiliari. Con semplici e dirette domande a cui si può rispondere attraverso un form, il sondaggio potrà fornire una immagine a più dimensioni del tema casa, andando ad approfondire le condizioni familiari, lo stato delle abitazioni e la qualità delle relazioni di vicinato, con un affondo specifico sul vissuto recente e l’attuale  limitazione agli spostamenti. I risultati attesi di queste informazioni? Affinare le attività già in campo sul tema, definire nuove proposte che integrino le competenze sociali e tecniche private al fine di ampliare l’offerta abitativa, implementare strategie comuni per rispondere alle criticità dell’abitare.

C’è tempo fino al 15 dicembre per rispondere al sondaggio online, cui è possibile accedere dal seguente indirizzo: https://tinyurl.com/cremabitare. Le risposte saranno rielaborate e restituite alla cittadinanza in un momento pubblico.