DEIEZIONI CANINE – Sos a Borgo San Pietro. Qualcuno si diverte a spese di alunni e famiglie

Sos deiezioni canine a Borgo San Pietro (problematica non nuova e che avevamo già “denunciato” nel recente passato), ma oggi c’è qualcosa di più. Se è vero che in questa zona della città famiglie e alunni delle scuole elementari devono fare lo slalom tutti i giorni per evitare di calpestare gli escrementi non raccolti dai proprietari dei cani, è altrettanto vero che c’è qualcuno che si diverte a fare scherzi di cattivo gusto.

Da diversi giorni, infatti, ogni mattina i genitori e i bambini trovano proprio di fronte al cancello d’ingresso enormi deiezioni: evidentemente abbandonate “ad arte” per essere calpestate. Ipotesi confermata proprio stamattina, anche per il sacchetto “porta escrementi” appeso al cancello della scuola, altro gesto di sfida. Ricordiamo che in passato il lucchetto del cancello della sede di via Della Ruota è stato più volte incollato per impedirne l’apertura. Diversi genitori si sono lamentati e qualcuno ha fermato l’agente della Polizia Locale per segnalare gli episodi, che a breve saranno raccontati anche presso il Comando di PL. Così non si può andare avanti. Una mamma, come darle torto, ha invocato l’uso delle foto trappole per incastrare il “furbone” di turno. Perché no?