CREMA 2020 – Replica del sindaco a Beretta: “La sua conferenza superficiale e in malafede”

Dura replica del sindaco Stefania Bonaldi, affiancata dagli assessori Fabio Bergamaschi e Cinzia Fontana, ieri, a Simone Beretta (FI) in merito al cantiere Crema 2020. “Come amministrazione abbiamo operato in modo corretto, regolare, non ci sono ombre. Mi riserverò, da cittadina offesa, di procedere anche per altre vie se lo riterrò opportuno”. Il sindaco, riferendosi alle parole dei forzisti, ha parlato di “conferenza stampa molto squallida e mortificante, dove si è parlato di amministrazione ‘malata’ in modo superficiale e in malafede. Si è andati oltre”.

Alla Fontana il compito di illustrare i passaggi burocratici e tecnici che hanno portato alla situazione odierna, con lo stop al cantiere e le verifiche in corso per un nuovo appalto a una ditta bergamasca. L’assessore ai Lavori pubblici Bergamaschi, ha invece chiarito la posizione della ditta GeoCantieri: sono stati spiegati l’iter di affidamento dei lavori, i pagamenti effettuati a oggi (circa 360 mila euro) e quelli rifiutati, che l’amministrazione  ha negato perché la ditta non ha rispettato il cronoprogramma dei lavori previsti. “Pagamenti respinti dei quali gli istituti di credito cessionari erano stati informati dal dirigente comunale. Ora dobbiamo chiudere il rapporto con Geo Cantieri – ha detto Bergamaschi – e aprirne un altro, in maniera meno indolore per la città, per ripartire il prima possibile con il cantiere dell’hub ferroviario. Mi preme sottolineare che la situazione attuale non interferisce sul cantiere del sottopasso, che procederà come previsto”.

Articolo completo sabato sul nostro giornale.