Truffa telematica. Aumentano i casi. Per informazioni e segnalazioni attivo sportello Codacons “SOS truffe online”

Codacons
Foto di repertorio

Secondo studi recenti condotti da aziende che si occupano di sicurezza informatica nelle ultime settimane si è registrato un aumento importante, vicino al 10%, di casi di phishing, truffa telematica che avviene soprattutto via e-mail.
Un fenomeno legato anche al Prime Day di Amazon, sfruttato dai truffatori. Si pensa di ricevere un’e-mail da un’organizzazione affidabile, quando in realtà è una trappola. Il messaggio che informa della possibilità di usufruire di sconti o di acquistare a prezzi bassi un prodotto viene, ad esempio, accompagnato da un link, che – se cliccato – porta a una pagina web che chiede di inserire informazioni sensibili, come nome utente, password e dati di pagamento. Basta abboccare per vedersi svuotato il conto o la carta.

I consigli di Codacons

Il Codacons consiglia prima di aprire un’e-mail o cliccare su un link di accertarsi dell’affidabilità del mittente, controllando ad esempio che l’indirizzo di posta elettronica o del sito siano autentici e facendo una verifica sui siti ufficiali richiamati.
“Un altro elemento da tenere in considerazione è la presenza di errori o refusi nel testo, quindi, è bene leggere con attenzione i messaggi – prosegue –. Informazioni come nome utente, password e dati di pagamento devono essere protette, perché sono quelle che permettono ai malviventi di mettere a segno i propri colpi, facendo acquisti o transazioni a spese della vittima utilizzando la sua carta di credito o di debito”.
Per informazioni sul tema e segnalazioni è possibile contattare lo Sportello S.O.S. Truffe online del Codacons all’indirizzo codacons.cremona@gmail.com o al recapito 347.9619322.