Vescovo in Guatemala/9. Visita ad Antigua

visita ad Antigua
La chiesa di San Francesco ad Antigua Guatemala

Ultima giornata del vescovo Daniele in Guatemala, dedicata alla visita di Antigua. Una bellissima città, dichiarata patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1979.

Fondata 1543, Antigua fu una delle grandi capitali coloniali dell’impero spagnolo in America Latina dal XVI al XVIII secolo. Era conosciuta come Santiago de Guatemala in onore del santo protettore Santiago, ovvero San Giacomo. Un disastroso terremoto nel 1773 distrusse o danneggiò gran parte della città. Perciò la corona spagnola ordinò che la capitale si trasferisse in un nuovo centro, che divenne la moderna Città del Guatemala.
La vecchia città si trasformò da vivace capitale in un centro di provincia, pieno delle rovine della sua antica gloria. Divenne nota come “Antigua Guatemala”, che significa “Vecchia Guatemala”. Grande la quantità di architettura coloniale spagnola conservata ad Antigua, con sempre crescenti visitatori.

ULTIMO GIORNO DEL VESCOVO IN GUATEMALA

Il vescovo Daniele, accompagnato da don Roberto Sangiovanni e da Mauro Castagnaro, ha visitato oggi, martedì, la città, dopo aver salutato ieri mons. Rosolino e la sua diocesi. È l’ultima tappa del suo pellegrinaggio in Guatemala, prima della partenza di domani alle ore locali 17.30. Arriverà in Italia mercoledì.

Questo slideshow richiede JavaScript.