“Il lago dei cignetti” – Un Nido a prova di video. Struttura attenta e all’avanguardia

Asilo nido Il lago dei cignetti
i bimbi ospiti del “Lago dei Cignetti”, nel testo una delle fotocamere collocate al suo interno

L’asilo nido “Il lago dei cignetti”di Pianengo ha vinto un importante bando regionale – realtà unica in provincia – per l’installazione di videocamere all’interno degli spazi dell’asilo per la sorveglianza sia dei bambini sia delle insegnanti.
Una bella soddisfazione per Irene Scalisi, titolare del Nido, e per il suo staff perché “i fondi ottenuti, 5.000 euro, sono serviti per far installare ben 6 videocamere che garantiscono ulteriormente la sicurezza all’interno dei locali. La loro collocazione infatti protegge da possibili atti di violenza nei confronti dei bimbi perché la quotidianità del Nido viene ripresa e videosorvegliata dalle forze dell’ordine e solo da loro; inoltre è ulteriore garanzia contro possibili atti vandalici, magari notturni. Con questa operazione, molto apprezzata dalle famiglie, abbiamo aggiunto un ulteriore tassello per la tutela di tutti gli ospiti del Lago dei cignetti”.

Un progetto per tutelare i bimbi e le insegnanti

Parliamo anche con Vincenzo Corradi, titolare della ditta Antares S.a.s. che si è occupata della installazione delle videocamere, nonché ideatore della soluzione presentata in Parlamento per la sicurezza in asili e case di cura, disegno di legge ora approdato al Senato e lì, per ora, giacente…
“Si tratta di un progetto importante promosso da Regione Lombardia per tutelare bimbi e insegnanti perché se è vero che episodi di violenza possono accadere, è altrattanto vero che possono succedere anche incidenti involontari e la possibilità di capire esattamente cosa sia successo è garantita dalle riprese video”.

Asilo nido Il lago dei cignettiDove sono state collocate le videocamere?

“Negli ambienti interni dell’asilo nido, non all’esterno; ovviamente non nei bagni o negli spogliatoi, ma dove i bimbi svolgono la loro attività ludica e di crescita, per tutelare loro e le educatrici. Va ribadito che le riprese sono visionabili esclusivamente dalle forze dell’ordine; nemmeno i titolari del Nido hanno la possibilità di vederle, a conferma dell’assoluto rispetto per la privacy e delle finalità dell’azione atta a verificare eventuali denunce o circostanze poco chiare”.

Il bando è ancora aperto?

“In realtà la proposta, molto apprezzata dai Nidi che hanno partecipato, soprattutto nel milanese dove questo tipo di attenzione e sensibilità è più diffusa (complimenti quindi alla Scalisi che ha intercettato la validità della proposta, riuscendo a ottenere i necessari finanziamenti ndr) doveva scadere a fine 2020, ma il bando è stato prorogato fino a giugno 2021… Bisogna vedere se avrà un ulteriore seguito. Da aggiungere che al termine del bando sul sito di Regione Lombardia verranno pubblicati tutti i nomi degli asili nido che hanno partecipato e vinto come elemento di pregio e di comprovata qualità del Nido”.

“Il lago dei cignetti” ha dunque un motivo in più per essere ‘frequentato’, o almeno ‘scoperto’; quest’anno questa vivace realtà compirà 10 anni di apertura, nel mese di ottobre, e si conferma struttura attenta e all’avanguardia.