I MANIFESTI DI CREMA – In tanti per Vidotto e Cattaneo. In arrivo, domenica 28 luglio, la Maratona pianistica

I Manifesti Crema
Continuano gli appuntamenti de I Manifesti di Crema che, come sempre, è in grado di richiamare ai chiostri del complesso del Sant’Agostino un folto pubblico. Nel weekend appena conclusosi due gli ospiti illustri, entrambi eccezionali: Francesco Vidotto e Cristina Cattaneo.
Francesco, durante l’incontro dal titolo ‘Scrivere per sopravvivere‘, ha intrattenuto i presenti raccontando “tutti i gradini di umiliazione” che ha dovuto affrontare prima che gli venisse riconosciuta la sua bravura nel raccontare storie di uomini lasciati ai margini della società come Oceano – un anziano signore che afflitto dal morbo di Alzheimer gli chiede di scrivere la sua vita in modo tale che non vada persa una volta che la malattia gli impedirà di ricordare gli anni passati. Tutti i protagonisti dei romanzi da lui scritti sono uomini di montagna, luogo a lui tanto caro perchè non solo vi abita ma anche perchè li trova la pace e la serenità.
Cristina, in ‘Naufraghi senza volto‘, invece ha saputo affrontare un tema così drammatico come la morte a cui vanno incontri tanti uomini, donne, adolescenti e bambini per scappare dal proprio Paese e andare alla ricerca della fortuna o semplicemente per ricongiungersi con i propri cari che si trovano già in Europa. In particolare ha narrato il difficile lavoro di riconoscimento di coloro che hanno perso la vita durante il naufragio di Lampedura dell’ottobre 2013. Si parla di oltre 360 morti. “Per i genitori è stranziante non sapere se i propri figli siano vivi o morti. Queste situazioni portano a conseguenze inevitabili”.
I Manifesti continuano domenica 28 luglio, quando dalle ore 16.30 alle 22.30 i Chiostri del Museo ospiteranno Maratona pianistica con Paolo Venturino e Riccardo Villani.
Articolo completo su Il Nuovo Torrazzo di sabato 20 luglio