RICENGO – Morto il sindaco Ernestino Sassi

All’età di 66 anni, nel pomeriggio di ieri, è morto il sindaco di Ricengo Ernestino Sassi. Era stato ricoverato qualche giorno fa all’ospedale di Crema per un’influenza. La notizia ha lasciato tutti sgomenti: persona mite e buona era un primo cittadino “del fare”, che amava agire lontano dal clamore. Eletto nel 2014 alla guida del paese, dopo anni di impegno civico, ci aveva ultimamente espresso la voglia di farsi da parte dal mondo della politica “per lasciare spazio ai giovani”.

Il suo ultimo anno è stato un po’ tribolato: prima il coinvolgimento della figlia Daniela nel deragliamento del treno a Pioltello (sedeva vicino all’amica  Giuseppina Pirri, deceduta in quel tragico 25 gennaio 2018) – fatto che l’aveva profondamente segnato – poi l’ordinanza di sgombero emessa nei confronti degli inquilini degli stabili vicini a Villa Obizza, dichiarata inagibile dai tecnici. Anche questa una questione che l’aveva molto toccato e per la quale non aveva mancato di esprimere tutta la propria vicinanza alle persone coinvolte. Ma da sindaco, pur a malincuore, aveva dovuto agire.

Gli abitanti di Ricengo perdono un sindaco discreto, dall’animo gentile, sempre cordiale anche quando difendeva gli interessi della sua piccola comunità. Anche il nostro giornale, con il mondo politico cremasco, si unisce al dolore della famiglia. La salma da stamattina si trova nella sala del commiato dell’agenzia funebre Gatti, in via Libero Comune. I funerali si svolgeranno domani alle 15.30.