ASSOCIAZIONE “GINEVRA TERNI DE’ GREGORJ” – Disabili fisici e psichici: “Aiutiamoli a imparare”

Presentato – lo scorso giovedì nel foyer del teatro San Domenico – il progetto Aiutiamoli a imparare, elaborato dall’Associazione Assistenza ai Disabili Fisici e Psichici Ginevra Terni de’ Gregorj Ets-Odv in sinergia con il Cre, Centro di riabilitazione equestre Emanuela Setti Carraro, ma non solo.
Per la prima realtà una sorta di “rilancio” dopo l’adeguamento di Statuto e organizzazione in base alla riforma del Terzo Settore. All’incontro era presente anche l’Associazione Popolare Crema per il Territorio – il presidente Giorgio Olmo e per Bpm Alberto Bossi – che ha elargito un contributo da ben 14.000 euro, utile a promuovere il progetto in questo difficile anno, proposte a sostegno dei ragazzi con disabilità finalizzate a una possibile esperienza lavorativa, oltre che al consolidamento delle autonomie all’interno di attività di volontariato.
A illustrare nel dettaglio le cinque nuove progettualità il presidente dell’associazione “Terni”, Maurizio Cigolini. Il progetto è intitolato Aiutiamoli a imparare e intende offrire un’opportunità formativa a persone con disabilità, anche grazie al prezioso dialogo col Cre. Due in tal senso le iniziative al via. Innanzitutto Il mio orto, percorso avviato in aprile che coinvolge sette ragazzi con disabilità già utenti degli ex Stalloni. “Con l’aiuto di una terapista e di tutor permette agli utenti di apprendere le basi per la cura dell’orto e la coltivazione delle verdure, capacità in grado di favorire l’inserimento lavorativo futuro presso aziende agricole o orticole del territorio”. La seconda progettualità con il Cre prevede, invece, attività di volontariato assistito nel campo dell’Ippoterapia. Tre i giovani coinvolti, ai quali s’insegna a provvedere alla cura e alla gestione dei cavalli delle lezioni di ippoterapia. “Al di là dei risultati cognitivi e di sviluppo psicomotorio, di maggior controllo delle emozioni, il successo più importante è il vivere un’esperienza di autonomia, stimolando capacità coordinative e di concentrazione”, ha chiarito Cigolini.
Le altre proposte riguardano il progetto “storico” di Danzamovimentoterapia (da fine maggio a fine giugno presso l’I.C. “Crema 2”, scuole di Ombriano e Sabbioni, per 200 ore) e la Musicoterapia. Questa volta (da metà mese fino a metà luglio) la collaborazione è con San Domenico e “Istituto Folcioni” e già ci sono undici iscritti sui venti posti disponibili. Infine, è in fase di strutturazione uno sportello d’ascolto psicologico per sostenere persone con disabilità e famiglie. 

Articolo completo domani sul nostro giornale.