Ricengo – Bottaiano: gli aiuti del Fondo speciale zone rosse e la rinnovata convenzione con altri 10 Comuni

palazzo comunale

Nell’ultimo Consiglio comunale andato in scena tra i punti salienti all’ordine del giorno, il Fondo speciale zone rosse, ovvero il contributo economico arrivato dal Governo per le aree più colpite a livello nazionale.
Al Comune ricenghese sono giunti 106.000 euro. “Abbiamo deciso di aiutare la cittadinanza con la Tari. Abbiamo emanato le prime due rate con le tariffe vecchie della tassa (al 40%), riferite al 2019. Come Comune copriremo il saldo che sarebbe da emettere a febbraio per completare, diciamo così, il pagamento dovuto dai cittadini”.
Un investimento totale di quasi 84.000 euro, che permetterà, comunque, a chi è al governo di impiegare altre somme dello speciale Fondo per nuovi aiuti.

Non solo saldo della Tari… con il contributo arrivato dal Governo

“Con 3.600 euro, ad esempio, andremo a colmare il mancato introito della Tosap. Ci siamo poi riservati circa 14.000 euro, che desideriamo destinare nuovamente alle famiglie bisognose della comunità a causa della pandemia”, spiega il sindaco Feruccio Romanenghi.
Il Comune sta completando l’ultimo bando per quanto riguarda i buoni spesa “poi decideremo come procedere”. Dipenderà anche dagli sviluppi dell’emergenza sanitaria, a oggi purtroppo ancora imprevedibili.

Amministrazione, Polizia Locale: rinnovata convenzione per gestione in forma associata

Sempre in Consiglio – approvato il piano finanziario delle tariffe e agevolazioni della Tari 2020 (importi confermati) – l’assise ha rinnovato la convenzione per gestione in forma associata delle funzioni amministrative e dei servizi di Polizia Locale/amministrativa con i Comuni di Offanengo, Izano, Madignano, Salvirola, Trigolo, Ripalta Cremasca, Ripalta Guerina, Ripalta Arpina, Montodine e Fiesco.
“S’è trattato di un rinnovo dopo che questi ultimi due Comuni si sono aggiunti agli altri che collaborano da anni in questa convenzione”. Detto ciò, Romanenghi evidenzia che il controllo del territorio è assicurato, peraltro anche grazie al sistema di videosorveglianza che permette alle Forze dell’Ordine di individuare anche a distanza eventuali problematiche. Il sindaco non nasconde l’efficacia di questi nuovi metodi di prevenzione e cura del paese.