SCUOLE DELL’ISTITUTO “MANDELA” – La Sinistra: “Pronti all’esposto a VV.FF. e Polizia municipale”

“Nei giorni scorsi è giunta in Comune la lettera con le richieste dell’Istituto ‘N. Mandela’ (che racchiude le scuole medie Galmozzi ed elementari e asilo di via Braguti e di via Curtatone Montanara). La lettura del documento, che fa il punto della situazione sugli interventi necessari per poter riaprire la scuola a settembre, è davvero ‘edificante’. Pare un grido di dolore. Si evince, infatti, un importante elenco di acquisti da fare nell’immediato e altri interventi necessari (che avevamo anche noi segnalato ricevendo epiteti come ‘pifferai’ dalla sindaca Bonaldi) anche in funzione della sicurezza”, dichiarano Paolo Losco ed Emanuele Coti Zelati de La Sinistra.

Se per le elementari Braguti, ad esempio, è possibile leggere di problemi ai bagni del primo piano e della mensa e all’impianto di riscaldamento di diverse aule, va peggio alle medie Galmozzi. Le richieste sono di ripristinare il cancello d’ingresso lato fiume (via Martiri di Belfiore), tutto il muro di cinta che è pericolante (già segnalato anche dal solo consigliere Coti Zelati nei mesi scorsi), acquisto di banchi e sedie. All’infanzia Braguti i bagni sono vecchi di decenni, così come i pavimenti, che hanno i buchi (e sono pericolosi per la sicurezza); vi è inoltre una perdita d’acqua visibile da mesi lungo il muro del corridoio di sinistra (entrando dall’ingresso attuale dal lato della Primaria)”, si legge nel ancora nel documento. “E infine un ultimo più che legittimo lamento di denuncia, che evidenzia l’incuria riservata da Bonaldi & Co, alla scuola pubblica… ‘al di là dell’emergenza, chiedo un’attenzione costante per la tutela degli edifici scolastici, che richiede sia interventi di manutenzione ordinaria continui, al fine di evitare il deperimento di beni pubblici importanti quali sono le scuole, sia una visione pluriennale e ‘lungimirante’ su beni che lasceremo a chi verrà dopo di noi'”, sottolineano i portavoce de La Sinistra.

“Da tempo ormai denunciamo in tutti i modi lo stato in cui questa amministrazione lascia le scuole. Questo non impedisce alla sindaca Bonaldi di aver fatto una variazione di Bilancio da 600.000 € per le luci al Voltini, aver elargito quello che di fatto è un prestito a tasso zero per Sport Management da 150.000 €, aver bocciato tutti i nostri emendamenti al Bilancio che miravano a spostare soldi proprio per intervenire su situazioni come quelle sopra elencati”, proseguono. “Piuttosto che preoccuparsi di dare quasi 500 € a un influencer per fare pubblicità al film di Guadagnino, si impegnasse, questa amministrazione, ad aggiustare le maniglie delle porte delle scuole, a riparare i buchi nei pavimenti, a permettere ai nostri figli di andare in servizi igienici che non siano fatiscenti!”.

La Sinistra promette battaglia e vigilerà affinché le richieste vengano esaudite. “Consegneremo anche un esposto ai VV.FF. e alla Polizia municipale per denunciare ufficialmente la situazione di pericolo come esposto nella lettera in questione”.