Castelleone – Domani torna il mercato al completo. Appello del sindaco Fiori ai cittadini : “Non mettete in difficoltà gli ambulanti come avete fatto con baristi e ristoratori nel weekend”

Torna domani il tradizionale mercato del mercoledì a Castelleone con tutti i generi in vendita. Non più, quindi, solo alimentari, ma stand al completo per un ulteriore segnale di normalità e ripartenza.

L’appuntamento si svolgerà dalle 8 alle 12.20 nella consueta area di Piazza del Comune, Via Roma, Via Garibaldi e Via Mura Manfredi; sarà presidiato da servizi di Polizia e associazioni di volontariato “al fine di prevenire ingressi in sovrannumero ed assembramenti – spiegano dal Comune –. Sarà possibile la vendita di beni solo sul fronte e non sui lati di ogni singolo banco; in ogni caso è obbligatorio rispettare la distanza interpersonale minima di un metro”.

Il mercato di Castelleone ha ben undici accessi. Difficile la sua organizzazione in tempo di contrasto al potenziale contagio da Covid-19. “Ce l’abbiamo fatta – spiegano da Palazzo – grazie al grande lavoro di questi giorni degli uffici comunali, della nostra Polizia Locale, dell’Ufficio Tecnico, della Segreteria e di tutti i volontari che si adopereranno per garantire sicurezza e rispetto delle norme, in primis la Protezione Civile”.
“Ricordo a tutti che siamo ancora in emergenza – conclude il sindaco Pietro Fiori –, non è ancora finita, non si può sostare nell’area mercato a chiacchierare, sono vietati i capannelli di persone. Invito tutti al senso di responsabilità che significa entrare nell’area mercato solo per fare acquisti.

“La settimana scorsa i nostri bar, ristoranti e pizzerie hanno riaperto. Ringrazio i gestori e tutto il personale per l’impegno profuso nel rispettare e far rispettare le regole, per l’investimento ulteriore che hanno dovuto sostenere, per la grande collaborazione. Nel weekend, però, non tutto ha funzionato bene e la responsabilità di ciò non è stata certo dei gestori che non devono essere costretti a fare i Carabinieri o i Vigili. La responsabilità è personale ed è dei clienti!! Invito tutti a rispettare le regole e a non mettere in difficoltà baristi e ristoratori che in difficoltà lo sono già stati per più di due mesi. Ricordo anche che non si può sostare fuori dai locali, perché stando fuori necessariamente si creano assembramenti e questo è ancora vietato. Come avete visto, ho dovuto chiudere ancora piazza Trieste causa assembramenti, ma scene di questo tipo si sono viste anche fuori dai locali. Le prefetture e i sindaci stanno studiando ordinanze restrittive e ulteriori riduzioni della libertà. Se necessario sarà fatto anche a Castelleone, ma non devono pagare tutti lo scarso senso di responsabilità dei pochi che non rispettano le regole!!!”