COMUNITÀ SOCIALISTA CREMASCA – A metà mandato, il commento sull’operato della Giunta

La comunità socialista cremasca, pur riconoscendo “senza alcuna reticenza, al sindaco Bonaldi e alla Giunta, un indubbio impegno, profuso per il raggiungimento di obiettivi importanti per la città, seppur al di sotto di sotto di quelli promessi, nei vari ambiti amministrativi, e non sempre propriamente in linea con quanto annunciato”, è piuttosto critica, a metà mandato, con l’amministrazione.
Con schiettezza, Virginio Venturelli e compagni confermano ilproprio “giudizio non sufficiente sulla scarsa collegialità all’interno della coalizione, altresì refrattaria a ogni suggerimento maturato fuori dalla stretta cerchia dei propri referenti politici (vedi ad esempio il distacco dalla coalizione della lista “La Sinistra”, nonchè il trattamento riservato al consigliere Gianatonio Rossi proponente il concambio delle proprietà degli Stalloni con l’ex Tribunale)”
Tutto ciò premesso, con riferimento specificatamente ai lavori pubblici da realizzare entro la fine alla fine del mandato, la Comunità socialista cremasca, “raccogliendo delle segnalazioni al riguardo, invita il Consiglio comunale di Crema a trovare le risorse, peraltro di modesto impegno finanziario, per il collegamento ciclabile verso il viale di Santa Maria, superando la linea ferroviaria attraverso l’arcata del ponte esistente sul fiume Serio, in attesa che si avverino altre ipotesi progettuali, al momento senza precise tempistiche. Un intervento oggettivamente indispensabile a corollario della apertura del sottopasso veicolare”. Un’idea quest’ultima, che anche noi del “Torrazzo” abbiamo più volte chiesto di considerare.

Articolo completo sul giornale di sabato.