Open day in piazza Duomo: grande festa della Manziana, scuola diocesana

Un lungo corteo in festa di genitori, insegnanti ed alunni ha attraversato ieri pomeriggio il centro della nostra città, preceduto dalla banda di Pandino. Era la grande giornata della Fondazione Manziana, scuola Diocesana che ha avuto un notevole successo. In piazza Duomo, dove il corteo è arrivato, un igloo e diversi stand presentavano le varie scuole che fanno capo alla Manziana, nonché l’Agesc, l’Associazioni Genitori delle Scuole Cattoliche. 

Arrivati in piazza, la banda ha eseguito, sul palco appositamente allestito, un ultimo brano musicale. Poi, dopo il saluto del presidente don Giorgio Zucchelli, via libera allo spettacolo di giocoleria che ha affascinato e coinvolto gli alunni dell’Infanzia e della Primaria. 

È toccato poi alle scuole dar prova di sè: gli alunni dell’infanzia e della primaria hanno eseguito canti di cui uno in inglese, i ragazzi delle Media hanno messo in scena una loro performance. Gli alunni del Liceo hanno invece contribuito all’allestimento dei vari stand e al loro successivo smontaggio.  

Insomma, in open day, aperto alla città, in un clima di grande festa, veramente ben riuscito!

La Fondazione Manziana raggruppa una serie di scuole pubbliche riconosciute dallo Stato, dall’Infanzia al Liceo scientifico. Sono inserite nel sistema nazionale d’istruzione e rendono un servizio educativo a tutti i cittadini. Sono scuole paritarie non statali con un proprio e unico progetto educativo che s’ispira alla visione cristiana della vita e propone una formazione integrale degli alunni a tutti i livelli. 

Le scuole si vogliono distinguere per la forte attenzione a ciascun alunno, valorizzandone le potenzialità individuali. In particolare vogliono distinguersi per una “cura” personalizzata agli alunni in difficoltà.

Dal punto di vista didattico l’eccellenza delle scuole della Manziana sta nella proposta dell’ENGLISH EDITION, il progetto verticale che, dall’Infanzia al Liceo accompagna gli alunni nell’apprendimento della lingua inglese, fino a raggiungere alti livelli certificati (C1). È un grande progetto, unico nel Cremasco, e viene attivato con un’adeguata revisione del quadro orario delle discipline (alcune delle quali insegnate in Inglese) pur nell’ambito del piano di studi ministeriale. 

Il mondo oggi parla inglese e la Manziana vuol preparare i suoi alunni al futuro. Già oggi numerosi atenei richiedono la certificazione delle competenze in lingua inglese e l’utilizzano come lingua d’insegnamento in diverse discipline. L’obiettivo è quello di portare alunne e alunni a parlare correttamente l’Inglese al termine del percorso scolastico. Per ottenere questo risultato la scuola ha in organico ben tre insegnanti di madre lingua, molti altri docenti hanno certificazioni di livello C1, nel quadro orario settimanale vengono tenute in lingua inglese mediamente sette ore, si organizzano stage e settimane all’estero in Paesi anglofoni.

I risultati Invalsi dello scorso anno ci danno ragione di questo impegno: le competenze in Inglese sono, per i nostri alunni di V Liceo, ad altissimo livello. Ma anche le altre due disciplice certificare dall’INVALSI, l’Italiano e la Matematica. 

Le scuole della Manziana, infine, vogliono essere una grande famiglia in cui tutti sono protagonisti collaborativi. Viene quindi promossa la presenza attiva dei genitori al processo educativo dei figli come primi responsabili della loro crescita. Nella Manziana è presente una psicologa d’istituto per alunni, insegnanti e genitori. L’orario scolastico prevede il sabato libero in ogni ordine di scuola.

Questo slideshow richiede JavaScript.