Spino d’Adda – Dopo una lite in famiglia minaccia di buttarsi dal balcone, salvato dai Carabinieri

I Carabinieri di Pandino

Minaccia di gettarsi nel vuoto ma viene salvato dai Carabinieri. Secondo episodio analogo nel giro di pochi giorni. Dopo Fiesco questa volta il salvataggio operato dagli uomini dell’Arma è avvenuto a Spino d’Adda dove i Cc di Pandino, l’altra mattina, sono intervenuti presso un’abitazione dalla quale era partita la richiesta di aiuto di un 19enne preoccupato perché “i genitori, in fase di separazione, stavano litigando animatamente. Giunta sul posto – spiega il maggiore Giancarlo Carraro – la pattuglia constatava che il marito era molto agitato e alla vista dei militari, anziché calmarsi, si adirava ancora di più, in particolare con il figlio che si era permesso di chiamarli. L’uomo si dirigeva sul terrazzo della cucina dell’appartamento posto al terzo piano e, salito a cavalcioni sulla balaustra, minacciava di gettarsi nel vuoto. Grazie al tempestivo intervento dei due carabinieri, che riuscivano a bloccarlo a fatica, nonostante tentasse di divincolarsi, veniva riportato all’interno dell’abitazione e successivamente trasferito in ambulanza all’ospedale Maggiore di Crema per essere sottoposto a una visita psichiatrica”.