Crema – Ospedale Maggiore: dall’Anmil 1.500 euro per le Cure Palliative

Foto di gruppo con la consegna del simbolico assegno

Come avviene ormai da dieci anni, grazie alla manifestazione che si tiene a Sergnano l’Anmil onlus Crema (associazione per i mutilati e invalidi del lavoro) sostiene la preziosa attività dell’Unità operativa di Cure Palliative dell’Ospedale Maggiore di Crema. È di 1.500 euro il contributo donato quest’anno, con la consegna ufficiale dell’assegno avvenuta nel pomeriggio di giovedì 20 dicembre presso la Direzione Generale dell’Asst cremasca.

La dottoressa Ermanna Derelli e la dottoressa Gloria Mencatelli, rispettivamente direttore sanitario e direttore socio-sanitario dell’ospedale, ringraziando per la donazione hanno posto l’accento sulla straordinaria valenza delle Cure Palliative nel nostro territorio, dove svolgono un servizio che non si riscontra altrove. “Stiamo parlando di un’eccellenza – hanno detto – che abbina alla positività del metodo di lavoro anche delicatezza e umanità. Le Cure Palliative, grazie all’opera di medici, infermieri e volontari, accompagnano le persone e favoriscono il loro benessere in un momento delicato come è quello terminale della vita”.

Gli aspetti umani del servizio sono stati rilevati anche dal dottor Gianluigi Bernardi, sindaco di Sergnano e dal presidente territoriale dell’Anmil, Mario Andrini.

Ai ringraziamenti della Direzione s’è aggiunto il dottor Sergio Defendi, direttore dell’Unità operativa di Cure Palliative: “I soldi sono sempre necessari, ma vale di più lo spirito che spinge alla donazione”. Il dottor Defendi ha quindi segnalato che a Crema le Cure Palliative non si occupano solo dei malati oncologici, ma prendono in carico precocemente pure altri pazienti. Inoltre, si sta avviando la gestione del dolore nel bambino, con un medico palliativista specializzando in Pediatria.