DUNAS: ELEZIONI DEL CDA DELLO SCORSO NOVEMBRE DA RIFARE?

dav

Dunas: elezioni del Cda dello scorso novembre da rifare? Potrebbe essere, dopo che il Consiglio di Stato, ha infatti accolto l’appello per la riforma dell’ordinanza  cautelare del Tar per la Lombardia sezione staccata di Brescia sul ricorso a suo tempo proposto da Paolo Marazzi, Carlo Francesco Maestroni, Fabio Danesi, Bruno Paggi, Franco Freri, Nicola Filippo Davide Jacini, contro il Consorzio di Bonifica Dugali Naviglio Adda Serio.

I magistrati della Sezione Quinta – Roberto Giovagnoli, presidente facente funzioni, Raffaele Prosperi, Valerio Perotti, Federico Di Matteo e Giovanni Grasso, consiglieri – nella camera di consiglio di ieri, giovedì 30 agosto, hanno “considerato che l’appello appare prima facie connotato da sufficienti elementi di fondatezza”, sia riguardo alla “necessità di consentire l’espressione di voto solo in base a delega ritualmente autenticata, ovvero – in alternativa – alla rituale e tempestiva pubblicizzazione delle alternative e semplificate modalità di votazione”, che alla “necessità di dare adeguata ed idonea informazione preventiva in ordine ai seggi alternativi autorizzati per il voto”. Rilievi, come si ricorderà, che erano stato immediatamente mossi tanto da alcuni aspiranti candidati quanto da diversi elettori di diritto.

Motivi per i quali il “Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta), accoglie l’appello e l’istanza cautelare in primo grado”, affidando alla segreteria il compito di trasmette l’ordinanza al Tar “per la sollecita fissazione dell’udienza di merito”.