IL VESCOVO CELEBRA L’EUCARESTIA IN RICORDO DI ALDO MORO

Ricorreva mercoledì scorso 9 maggio il 40° anniversario dell’uccisione di Aldo Moro, rapito il 16 marzo 1978, giorno della presentazione del nuovo governo, il quarto da lui guidato. All’incrocio tra via Fani e via Stresa gli uomini delle Brigate Rosse uccisero i cinque uomini della scorta (Domenico Ricci, Oreste Leonardi, Raffaele Iozzino, Giulio Rivera, Francesco Zizzi) e sequestrarono il presidente della Democrazia Cristiana. Dopo una prigionia di 55 giorni Aldo Moro venne ucciso e fatto ritrovare in un Renault rossa – appunto il 9 maggio – in via Caetani.

Questa sera, alle ore 19, nella chiesa di San Giovanni in via Matteotti, il vescovo Daniele ha celebrato una Santa Messa per ricordarne la figura e pregare per lui.

Rifacendosi alla lettura degli Atti degli Apostoli, nella quale san Paolo, in una visione notturna, è rincuorato dal Signore a non avere paura, ha ricordato la “notte buia della Repubblica” quando il presidente della Democrazia Cristiana venne rapito e barbaramente ucciso. Nella notte, il Signore Gesù ci invita alla speranza e a non demordere “perché io sono con te e nessuno cercherà di farti del male”.

Con questa promessa del Signore continuiamo a lavorare per il bene del nostro Paese e di tutti i fratelli.

Presenti in San Giovanni un gruppo di amici ex democristiani che hanno promosso la bella iniziativa di preghiera e di ricordo.