Beretta: “Ponte di ferro… corroso. Sale la preoccupazione”

Il ponte della discordia. L’infrastruttura è quella cittadina che supera il fiume Serio da piazzale Rimembranze, la discordia è quella tra l’amministrazione comunale e Simone Beretta, consigliere comunale di Crema non è uno slogan. Il quale, stamattina, ha convocato una nuova conferenza stampa per esprimere tutta la sua preoccupazione.
“Sono sempre più seriamente preoccupato dei cronici ritardi rispetto alla messa in sicurezza del ponte sul Serio di via Cadorna. L’assessore Gianluca Giossi, che con le sue dichiarazioni pensava di tranquillizzarci, ha prodotto l’effetto contrario. Affermare che il ponte è monitorato 24 ore su 24 è come dire implicitamente che ogni giorno di più il ponte rappresenta un’insicura incognita rispetto al futuro”, ha riflettuto l’ex forzista.

“Il deterioramento corre veloce”

In effetti più di un cittadino s’è posto l’interrogativo che Beretta ha ribadito per l’ennesima volta: se qualche anno fa era urgente intervenire oggi le condizioni del ponte e delle sue travi di sostegno piene di buchi non sono peggiorate? “Certamente. Il deterioramento prosegue rapido, è lì da vedere. I processi corrosivi non si arrestano con le parole, ma con interventi immediati e urgenti. Rassicurare senza poter essere rassicuranti non lascia sereni. Anzi!”, ha aggiunto Beretta, riportando anche le lamentele dei residenti di San Bernardino. Articolo completo, con tutte le riflessioni berettiane, sul giornale di sabato in edicola.