CREMA – Incontro “Guardiamo la mafia negli occhi”

Venerdì 27 settembre, alle ore 21, presso la sala Cremonesi all’interno del Centro Culturale Sant’Agostino di Crema, il Presidio di Libera Cremasco, in collaborazione con il Comitato Soci Coop di Crema e il patrocinio del Comune di Crema, organizza la serata “Guardiamo la mafia negli occhi: come le mafie agiscono nei nostri territori”.

Ospiti della serata, il procuratore aggiunto e coordinatrice della Direzione Distrettuale Antimafia di Milano Alessandra Dolci ed Elia Minari, autore del libro “Guardare la mafia negli occhi. Le inchieste di un ragazzo che svelano i segreti della N’drangheta al Nord”.

Alessandra Dolci, originaria di Soresina, ha un’esperienza trentennale all’interno della magistratura, con numerose inchieste che riguardano la presenza delle mafie in Lombardia, tra queste il processo “Crimine-Infinito” che ha inferto uno dei più gravi colpi contro la ‘ndrangheta nella nostra Regione.

Elia Minari è il fondatore di Cortocircuito, associazione culturale antimafia di Reggio Emilia che, attraverso inchieste e reportage, studia la penetrazione delle mafie nel Nord Italia. Giovane studente di giurisprudenza all’Università di Bologna, nel 2014 ha ricevuto dal Presidente del Senato Pietro Grasso il Premio Scomodo, grazie al coraggio nel documentare fatti e realtà della criminalità organizzata tra l’Emilia e la Lombardia.

Modera la serata Nicolò Bassi, referente del Presidio di Libera Cremasco