CAPERGNANICA – Bella cerimonia per il nuovo albero nel ‘Giardino della Vita’

Un momento della cerimonia alla scuola di Capergnanica

Davvero bella e densa di significati la Giornata della Vita che s’è svolta, la mattina di lunedì 20 maggio, presso la scuola primaria di Capergnanica. Il momento culminante è stata la benedizione dell’albero dedicato ai 19 bimbi nati nel 2018 (ne era presente uno, insieme alla sua mamma, a rappresentarli tutti), albero che è poi stato piantato nel vicino Giardino della Vita.

La cerimonia, inizialmente prevista all’aperto, causa pioggia s’è svolta nell’atrio del plesso scolastico alla presenza degli alunni di materna ed elementari con le loro insegnanti: ospiti le volontarie del Movimento per la Vita e del Centro di Aiuto alla Vita, il dirigente scolastico professor Pietro Bacecchi, l’assessore comunale Claudio Tiraboschi, il parroco don Andrea Rusconi, volontari e giardinieri e il falegname che ha offerto la targa posta sull’albero.

“Non si potrebbe finire l’anno scolastico – ha detto Mariem Marie Louise Azoulay, volontaria del Movimento per la Vita e del Comune di Capergnanica – senza ritrovarci insieme per dire grazie di essere in vita, grazie ai nostri genitori di averci messo al mondo, alle nostre maestre che con entusiasmo, impegno, fantasia e lavoro ci aiutano a crescere e ogni anno accolgono quest’iniziativa”. Un’iniziativa che è ormai una tradizione: piantare, appunto, un albero come “segno di benvenuto” ai neonati, come occasione per insegnare il rispetto verso la natura e, soprattutto, per far crescere nei piccoli la consapevolezza “che la vita è un dono e che bisogna impegnarsi ogni giorno, anche nelle piccole azioni, per la sua difesa e promozione”. Concetti ripresi dalla signora Marisa Donatiello, presidente del Movimento per la Vita che collabora all’iniziativa, la quale ha sottolineato che “ogni bimbo nato è speranza di futuro”. E sul valore di ogni vita si sono soffermati pure il professor Bacecchi e l’assessore Tiraboschi.

I piccoli studenti hanno quindi presentato il loro colorato albero, preparato per l’occasione e posto all’ingresso della scuola: tanti rami sui quali sono stati posti dei fiori con i nomi dei nati a primavera, delle ciliegie con quelli dei nati in estate, delle foglie per quelli nati in autunno e dei fiocchi di neve per chi è nato in inverno. “Il nostro – ha detto una bambina a nome di tutti – è un albero dai mille colori con foglie, frutti, neve e fiori. Di nessuno a meno possiamo fare, ognuno serve perché è speciale!”.

Parola quindi a don Andrea che, ringraziando per il bel gesto, ha posto l’accento sull’ecologia umana e sull’importanza di educare al rispetto dell’uomo e della natura. Infine la preghiera e, con i bambini, la benedizione dell’albero poi collocato nel Giardino della Vita, un luogo veramente bello e importante per la comunità.