DECRETO SICUREZZA – Pronta replica della maggioranza alla Lega

Pronta replica dei capigruppo di maggioranza alla Lega Nord e alle parole di Andrea Agazzi.

“Per quanto riguarda il Decreto Sicurezza, che, a dispetto del nome, tratta in prevalenza politiche migratorie, non si può che essere preoccupati di fronte allo smantellamento del sistema d’accoglienza, dalla cancellazione degli SPRAR alla rimozione, anche retroattiva, dei permessi umanitari. Perché? Perché estromettere dai canali di accoglienza non significa aver trovato una soluzione alla gestione delle richieste d’asilo: rendere la vita ancora più difficile ai richiedenti asilo non li farà scomparire da questo Paese. Il rischio grave è l’aumento della clandestinità e della marginalità, vista anche l’impossibilità dei rimpatri in assenza di accordi con i Paesi d’origine. La ragion d’essere del Decreto è propagandistica, allo stesso modo delle bordate della Lega cremasca: serve per ingigantire il problema, piuttosto che risolverlo. Un problema che si ripercuote poi sulle amministrazioni locali, che sono chiamate a fronteggiare gli errori compiuti dal Governo centrale. Ecco perché l’iniziativa di tanti sindaci italiani, compreso quello di Crema, è utile: devono essere messe in campo tutte le azioni necessarie per gestire le situazioni indesiderate che si possono venire a creare a causa dell’inefficacia del Decreto Sicurezza”.