Castelleone – Centrale a biomasse, il Tar chiede approfondimenti

Vittoria parziale dei Comuni di Castelleone, Madignano, Montodine e Ripalta Arpina e delle aziende della zona industriale castelleonese in merito alla centrale a biomasse che la ditta Go.De.Ca di Malignano vorrebbe insediare nel polo produttivo a lato della Paullese. Il Tar, al quale Comuni e aziende si erano rivolti contro la decisione della Conferenza di Servizi della provincia di rilasciare il nulla osta alla realizzazione dell’impianto, ha bloccato chiedendo all’ente provinciale il riavvio e il completamento dell’istruttoria chiedendo ad Arpa una nuova serie di analisi sulle polveri sottili e ultrasottili che verrebbero rilasciate in atmosfera. Elemento che preoccupa non poco gli amministratori pubblici castelleonesi, i titolari delle aziende e i residenti. La qualità dell’aria non è delle migliori e il timore espresso è che l’impianto possa peggiorarla.

In sostanza nei prossimi 4 mesi dovranno essere approfondite le analisi, soprattutto sullo scenario che verrebbe a crearsi in termini di possibili ricadute sulla qualità dell’aria e sulla salute pubblica con l’insediamento della struttura. A metà novembre con i nuovi dati acquisiti la Conferenza dei servizi dovrebbe riunirsi per deliberare conferma o revoca della concessione. Il prossimo anno il passaggio davanti al tar per la discussione sul merito della questione.