CREMA – PRESO IL RAPINATORE SERIALE

È residente a Crema il rapinatore seriale che ha seminato paura e scompiglio nelle ultime tre settimane in provincia di Bergamo. A lui sarebbero attribuibili infatti le rapine messe a segno ai danni di supermercati e di un ufficio postale. Si tratta di un pregiudicato 54enne, G.G., nativo di Pedrengo ma residente in città da tempo.
I Carabinieri sono arrivati a lui guardando i filmati delle telecamere a circuito chiuso dei market rapinati e comparandole con i dati in possesso. Quella camminata strana non è passata inosservata e così i militari sono arrivati a lui, macchiatosi nel 2008 di una rapina alle poste di Lallio. Le stesse visitate anche tra il 17 giugno e il 7 luglio. 9 anni fa venne arrestato, processato, condannato e venne disposto l'obbligo di soggiorno a Crema a casa del fratello. Ordine del Tribunale terminato un mese prima della ripresa della sua attività criminosa.
Negli ultimi 21 giorni G.G. avrebbe visitato market a Scanzorosciate, Albano Sant'Alessandro Nembro e Curno oltre, come dicevamo, alle poste di Lallio. Agiva con un complice che fungeva da basista, raggiungendo il capoluogo in treno e muovendosi con uno scooter con targhe contraffatte risultato provento di un furto consumato un anno fa. Con volto coperto e pistola in pugno entrava nelle attività facendosi consegnare il denaro e poi fuggiva.
L'ultimo colpo, venerdì, è risultato fatale per la sua carriera criminosa. I Cc, che nutrivano sospetti, lo hanno seguito nei suoi spostamenti arrestandolo presso la stazione di Treviglio dopo la rapina messa a segno a danno dell'Eurospin di Curno.