SERGNANO – GRAVE SINISTRO

Una bravata, la non curanza del Codice della strada e delle normali condotte che non mettano a rischio l'incolumità propria e altrui e il danno è fatto. Grave, se si considera che una 65enne è ricoverata in prognosi riservata all'ospedale di Cremona. Il tutto a causa di un sinistro che potrebbe portare alla denuncia di una scooterista spericolata.
L'episodio si è verificato sabato pomeriggio poco prima delle 19 a Sergnano in piazza Roma. Uno scontro tra un motorino, sul quale viaggiavano in tre, e una bicicletta che ha prodotto conseguenze per nulla trascurabili. I Carabinieri, intervenuti, hanno appurato che “uno scooter condotto da una ragazza diciottenne residente in paese sul quale erano trasportati altri due giovani – spiega il capitano dei Cc Giancarlo Carraro -, per cause imprecisate, è andato ad urtare contro la ruota di una bicicletta condotta da una donna sessantacinquenne, anch'essa residente a Sergnano. A causa dell'impatto entrambi i mezzi rovinavano al suolo e mentre i tre giovani riportavano solo lievi escoriazioni la donna, a causa delle lesioni riportate, veniva immediatamente trasportata presso il Pronto Soccorso dell'Ospedale Maggiore di Crema. I sanitari, a causa della gravità delle ferite (ESA traumatico con frattura teca cranica, quattro fratture vertebrali e quattro fratture scomposte costali) ne disponevano il trasferimento presso il reparto Neurochirurgia degli Ospedali Riuniti di Cremona dove veniva ricoverata in prognosi riservata”.
A carico della 18enne alla guida del motorino sono state contestate diverse infrazioni “sia per violazioni alle norme del Codice della Strada sia per la violazione del nuovo articolo 590 bis c. 1° del C.P. (lesioni personali gravi a seguito di incidente stradale) che prevede, tra l'altro, la denuncia in stato di libertà all'Autorità Giudiziaria”.