OFFANENGO – INSEGUIMENTO E ARRESTO

Arresto rocambolesco quello operato dai Carabinieri la scorsa notte. Due stranieri hanno sfondato un posto di blocco e, braccati dai Carabinieri, hanno tentato la fuga. Uno dei due ha anche aggredito un militare finendo con le manette ai polsi.
Tutto ha avuto inizio a Romanengo. Una pattuglia dell'Arma, impegnata in normali controlli, ha intimato l'alt a una Fiat Punto che ha invece tirato dritto lungo la Serenissima. È scattato l'inseguimento che dopo circa un'ora ha consentito ai Cc di intercettare nuovamente la vettura nei pressi di Offanengo. I due occupanti l'hanno abbandonata e hanno cercato di dileguarsi a piedi, anche 'guadando' una roggia. Niente da fare. I militari non hanno mollato la preda e dopo aver bloccato il più giovane dei due, un 20enne senza permesso di soggiorno e documenti consegnatosi spontaneamente, sono riusciti a raggiungere e a immobilizzare il marocchino 25enne dimorante in un paese dell'Alto Cremasco. Quest'ultimo ha tentato di tutto per sfuggire, arrivando a procurare lesioni ad uno dei due militari della pattuglia.
Mentre per il primo fermato sono state avviate le pratiche per l'espulsione, il secondo è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Comparirà in giornata davanti al giudice.