PADANIA ACQUE – Riconoscimento WHP-Workplace Health Promotion 2017

Il riconoscimento WHP conseguito da Padania Acque

Stamattina, presso la sede dell’Ats Val Padana di via San Sebastiano a Cremona, Padania Acque ha ottenuto il riconoscimento per il primo anno di adesione al programma WHP-Workplace Health Promotion, un progetto triennale, articolato in aree tematiche e finalizzato alla promozione della salute e di stili di vita salutari nel luogo di lavoro.
Il premio, assegnato dal direttore generale Salvatore Mannino, dallo staff del Dipartimento di Igiene e Prevenzione sanitaria e dall’ufficio di Educazione alla Salute e Medicina di Comunità, testimonia l’impegno fattivo e concreto dell’azienda che nel 2017 – come illustrato dal direttore generale Marco Lombardi – si è concentrata in modo particolare sull’area tematica legata alla “alimentazione” fornendo, a oltre 60 dipendenti, incontri formativi, consulenza dietistica in collaborazione proprio con Ats Val Padana e pesata impedenziometrica con identikit salutistico.
Non disponendo di una mensa interna, i dipendenti possono usufruire della mensa diffusa sul territorio provinciale, ovvero di una convenzione con 73 ristoranti, che hanno l’obbligo di inserire un menu costruito sulla base della piramide alimentare e con la presenza di alimenti sani e leggeri.
Inoltre, all’interno dell’azienda, i distributori automatici sono stati dotati per il 30% di prodotti con logo WHP: frutta secca e fresca, ad esempio, e altri snack a basso contenuto calorico e di grassi.
A difesa dell’ambiente, sono state eliminate le bottigliette di plastica dai distributori automatici, incentivando l’uso di borracce e bicchieri di carta riempiti da erogatori d’acqua fresca.
Padania Acque ha dedicato inoltre attenzione anche all’attività fisica e alla pratica sportiva: sono stati organizzati tornei aziendali e i dipendenti e i loro familiari hanno partecipato a manifestazioni quali gare podistiche o percorsi a tappe in bicicletta. Per combattere la sedentarietà, infine, viene incentivato per gli spostamenti interni l’utilizzo delle scale al posto dell’ascensore.
Per il 2018 è in atto la campagna di disassuefazione al fumo, con l’obiettivo, dal 2019, di rendere l’azienda “libera dal fumo”.
Nell’ambito “Benessere e conciliazione vita-lavoro”, la società ha garantito la flessibilità oraria di 30 minuti – di cui usufruire all’entrata in servizio o in pausa pranzo – con la possibilità di godere di maggiore tempo libero nel pomeriggio.
Per quanto riguarda il welfare aziendale sono stati messi a disposizione strumenti previdenziali integrativi con sottoscrizione agevolata per i dipendenti. È in fase di valutazione, poi, in collaborazione con il medico del lavoro, la possibilità di effettuare gratuitamente esami diagnostici biennali, come per esempio gli esami del sangue o l’elettrocardiogramma.
Per il 2019, ultimo anno del percorso WHP, l’azienda si impegnerà a sviluppare l’area tematica legata al “Contrasto alle dipendenze” e “Mobilità sicura e sostenibile”.