SAN PANTALEONE – Domani sera, alle ore 21 in Cattedrale, il vescovo Daniele presiede la Messa nella festa del patrono

patrono di Crema
San Pantaleone, patrono della città e della diocesi

Mercoledì 10 giugno, alle ore 21, il vescovo monsignor Daniele Gianotti presiederà in Cattedrale a Crema la celebrazione in occasione della festa di San Pantaleone, patrono della città e della diocesi. Un appuntamento che quest’anno cade in concomitanza con la situazione ancora precaria e segnata da limitazioni per via della pandemia da Coronavirus che, seppur in presenza di maggiori aperture rispetto a qualche settimana fa, prevede l’osservanza di una serie di regole finalizzate a evitare assembramenti e a tutelare la salute, impedendo al virus di tornare a diffondersi.
Per questi motivi non si terrà il tradizionale ricevimento dei sindaci, delle autorità e dei rappresentanti di gruppi e associazioni in Episcopio, prima della Messa: tutti si porteranno direttamente in Cattedrale. Alle ore 21 ci sarà la processione dal Vescovado alla Cattedrale con Vescovo, sacerdoti concelebranti e chi svolge servizio, mentre gli altri sacerdoti si recheranno direttamente in Duomo.
Quest’anno monsignor Gianotti ha voluto invitare alla celebrazione patronale i sindaci del Distretto dell’Area Omogenea Cremasca, quindi non solo i primi cittadini del territorio diocesano. Al termine della Messa, il Vescovo, consegnerà loro un piccolo segno di riconoscenza e di ricordo per questa occasione.

LA NOVENA

La Chiesa di Crema celebra il suo Santo patrono che, ricordiamo, dal 6 al 14 marzo scorsi ha invocato durante una novena di preghiera straordinaria organizzata nel pieno dell’emergenza sanitaria, affidando alla sua intercessione l’intero territorio e le persone pesantemente colpite dalla pandemia.

1361: APPARVE PER LIBERARE LA CITTÀ DALLA PESTE

Pantaleone, medico pagano, vivente al tempo dell’imperatore Diocleziano, si convertì alla religione cristiana e unì alla professione sanitaria la pratica evangelica. Subì il martirio a Nicomedia di Bitinia nell’anno 305. A Crema, nel 1361, nel pieno di una terribile pestilenza, i cittadini invocarono Dio per intercessione di San Pantaleone che, il 10 giugno, apparve sopra la città con mano distesa liberandola dalla peste.