Libreria Cremasca. Aldo Settia a Crema. Un libro-omaggio

Venerdì 24 maggio alle ore 16, nelle scuderie di Palazzo Terni de’ Gregorj (via Dante Alighieri, 20 – Crema), si terrà il sedicesimo appuntamento della rassegna ‘Storici in libreria’, organizzata dalla Libreria Cremasca in collaborazione con la Società Storica Cremasca. Simone Caldano, Guido Cariboni e Marco Merlo presenteranno il volume: Castrum paene in mundo singulare. Scritti per Aldo Settia in occasione del novantesimo compleanno, a cura di S. Caldano, G. De Angelis, C. La Rocca, Sagep, Genova 2023.

Sarà presente Aldo A. Settia.

Il volume intende celebrare il lungo magistero di Aldo A. Settia (Albugnano, 1932). I contributi qui raccolti rappresentano un piccolo omaggio e attestato di stima da parte di amici e colleghi che con lui hanno condiviso ricerche, interessi di studio, piccoli o ampi tratti delle rispettive carriere professionali. Alcuni degli autori degli studi qui presentati hanno avuto la fortuna, nelle aule universitarie di Torino e Pavia, di ascoltare le lezioni di Settia. Tutti, negli anni, hanno continuato a imparare qualcosa da lui, anche nelle occasioni più informali, ascoltandolo e naturalmente leggendolo. Leggendo questo straordinario narratore di storie (e di storia) che non smette di stupirci e di scrivere. Per fortuna sua e nostra.

Fra i quaranta saggi che compongono il volume, si segnala quello del cremasco Nicolò Premi (Qualche nota sulla circolazione di manoscritti medievali francesi a Crema) e quelli di Elisabetta Filippini (Un lignaggio di potere tra torri, motte e castelli: i Buoso e i Dovara di Cremona) e Filippo Gemelli (Pratiche di costruzione del territorio in Lombardia: il borgo franco di Orzinuovi e il suo impianto urbano medievale), relativi a territori a noi limitrofi.

Gli autori

Guido Cariboni è professore associato di Storia medievale presso l’Università Cattolica di Milano e segretario del CESIME (Centro di Ricerca per lo Studio degli Insediamenti Monastici Europei). Si occupa di storia comparata degli ordini religiosi e di analisi delle dinamiche di comunicazione simbolica e rituale nel Medioevo. È autore, tra le altre opere, del recente volume: I cistercensi. Un ordine monastico nel medioevo, Carocci editore, Roma 2023.

Simone Caldano ha discusso la sua tesi di dottorato sul duomo di Crema e sulla sua piazza tra medioevo e rinascimento, in corso di pubblicazione, nel 2015 (Università IUAV di Venezia).
Tra il 2017 e il 2022 ha insegnato Storia dell’architettura e Storia dell’arte presso le Università di Ferrara e di Firenze. Ha collaborato in diverse occasioni con la Società Storica Cremasca. Per le Edizioni del Capricorno ha già pubblicato Piemonte medievale. 55 luoghi da scoprire e visitare (2020), Liguria medievale. 55 luoghi da scoprire e visitare (2022) e Il Piemonte che non c’è più. 25 luoghi da non dimenticare (2023).

Marco Merlo è Conservatore del Museo delle Armi “Luigi Marzoli” di Brescia, Consulente per le armi antiche e moderne per la Repubblica di San Marino, Redattore Capo di “Armi antiche”. Laureato in Storia Medievale all’Università di Torino e ha conseguito un Master in Biblioteconomia all’Università di Siena, dove ha anche conseguito il dottorato di ricerca in Scienze del Libro. Ha lavorato presso la Scuola Normale di Pisa. Ha conseguito ulteriori specializzazioni in restauro archeologico all’Università di Siena e con l’Istituto Centrale del Restauro di Roma; ha lavorato, con contratto d’affido, presso l’Armeria Reale di Torino e l’armeria del Museo Nazionale del Bargello di Firenze.