Festival Ghislandi. Prima serata con Gabriele Laura

Prima serata, questa sera, presso l’auditorio Bruno Manenti, del Festival Pianistico Internazionale dedicato alla memoria di Mario Ghislandi. Il giovane pianista cremasco tragicamente scomparso il 18 luglio 1965.

Il Festival, giunto alla sua XLI edizione, si è aperto con l’esibizione di Gabriele Laura, nato a Palermo nel 1999. Il pianista vanta un curriculum già arricchito di vari premi ricevuti in diversi concorsi nazionali e internazionali, come gli altri due ospiti.

L’artista siciliano ha iniziato la sua performance con un lavoro giovanile di Beethoven, la Sonata in la maggiore op.2 n.2. Proseguendo con le Variazioni op.21 n.1 di Brahms, l’Allegro op.8 di Schumann e la Tarantella da Années de pèlerinage di Liszt.

Notevole il successo della sua esibizione, anche se si sarebbe gradito un maggior numero i spettatori.

Le tre serate dedicate alla tastiera lasciano spazio anche stavolta a tre nominativi forniti dall’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col maestro” di Imola. Artisti giovanissimi ma già più di semplici promesse per il panorama musicale internazionale, come, del resto, fu lo stesso Mario Ghislandi. La manifestazione culturale trova pure quest’anno il sostegno della famiglia Buzzella, insieme a Popolare Crema per il territorio e si avvale del patrocinio del Comune di Crema. 

 

Il secondo appuntamento è in programma domenica 19 maggio e prevede l’ospite straniero: il giapponese Ryusuke Sasaki, classe 1998.