Elezioni, “Rinnovare Montodine” ricandida Alessandro Pandini

Alessandro Pandini con tutti i candidati di "Rinnovare Montodine"

In corsa per il terzo mandato da sindaco. È la sfida di Alessandro Pandini, che si ricandida in vista delle elezioni amministrative dell’8 e 9 giugno per continuare a guidare il Comune. Lo fa a capo della lista Rinnovare Montodine, decisa a proseguire con impegno sulla strada ormai tracciata da anni e che ha permesso di centrare importanti obiettivi in termini di opere e servizi.
Di lavoro da fare, però, ce n’è ancora parecchio. Di questo sono convinti Pandini e la sua squadra, che si presentano con un programma costruttivo e denso di idee che verrà ufficialmente illustrato giovedì 30 maggio, alle ore 21, presso la sala delle pubbliche assemblee del municipio.

La squadra di Pandini

A fianco del candidato sindaco sono in lizza per la carica di consiglieri comunali: Elio Angelo Marcarini, Attilia Rosa Allocchio, Maria Giovanna Severgnini, Matteo Gritti, Miriam Branchi, Stefano Moretti, Donata Cavalli, Alberto Zucchelli, Chiara Zanchi e Diego Zetti.

Il lavoro fatto in questi anni

Il “biglietto da visita” della lista Rinnovare Montodine è rappresentato dai risultati ottenuti nei cinque anni amministrativi che volgono al termine.
Tra i finanziamenti ottenuti, Pandini e il suo team ricordano “quello da 2,5 milioni di euro per la realizzazione in corso della nuova caserma dei Carabinieri (di proprietà del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) in via Madre Teresa di Calcutta; quello regionale da 500.000 euro per la riqualificazione energetica e strutturale della palestra polivalente, al quale sono stati aggiunti 485.000 di un mutuo comunale a tasso zero con il Credito Sportivo; quello da 50.000 euro per la sistemazione, messa in sicurezza ed efficientamento energetico delle scuole”. A questi vanno aggiunti i fondi ottenuti per interventi di sicurezza stradale e per la realizzazione della palestra all’aperto presso il Parco Robinson.
Nel quinquennio non sono mancate opere per la sicurezza e il controllo del territorio, unitamente a quelle per l’abbellimento del verde pubblico e per le asfaltature stradali. Sono stati inoltre avviati i lavori per la realizzazione del nuovo parcheggio di via Pinetti, con collegamento alle scuole, realizzando 24 posti auto.

Tra imposte e contributi

Sul versante delle imposte i candidati di Rinnovare Montodine segnalano “il mantenimento dell’addizionale comunale Irpef tra le più basse del Cremasco, con una fascia di esenzione per redditi fino a 12.500 euro. Sono stati inoltre concessi contributi alle società sportive e buoni scuola per l’acquisto dei libri di testo, ai quali si aggiunge il contributo annuale di 6.000 euro alla scuola media. In ambito sociale, tra le tantissime azioni, abbiamo erogato 103.000 euro per il servizio di Assistenza ad personam (Sap) per ragazzi disabili e/o con difficoltà scolastiche e fornito assistenza alle famiglie per ottenere dalla Regione la dote scuola e sport”.
Da rimarcare, infine, “la stipula di due convenzioni: quella con l’asilo nido di Moscazzano per bambini/e residenti a Montodine e quella con la scuola materna del paese che prevede un contributo annuale di 600 euro per ogni iscritto. Sempre all’Asilo Benvenuti è stata autorizzata l’attuazione della classe Primavera, elargendo l’intero contributo percepito da Regione Lombardia (6.000 euro all’anno) e 300 euro ogni bambino/a dai 2 ai 3 anni”.