Crema. Giro di vite dei Cc a Santa Maria e Ombriano

Secondo servizio di controllo straordinario a Crema dopo le segnalazioni di episodi che hanno preoccupato l’opinione pubblica. Ieri sera, giovedì 7 marzo, i Carabinieri della Compagnia di Crema hanno organizzato e svolto un nuovo servizio coordinato che ha interessato, in particolare, i quartieri Santa Maria e Ombriano e che ha visto l’impiego di cinque pattuglie dell’Arma. Hanno partecipato i Carabinieri delle Stazioni di Crema, Bagnolo Cremasco, Romanengo e Rivolta d’Adda e il servizio si è svolto con il prezioso e sinergico contributo di due equipaggi della Polizia Locale di Crema per gli aspetti di competenza in materia di polizia amministrativa e Codice della strada.

Controlli serrrati nei quartieri

“Dalle ore 18 alle 24 – spiegano dal Comando Provinciale dell’Arma – le pattuglie hanno controllato in maniera continuativa vie e piazze in particolare dei due rioni, effettuando anche numerosi posti di controllo nelle vie di accesso e uscita dalla città e nei punti nevralgici del centro urbano, identificando 97 persone, di cui 33 con precedenti di polizia a carico, ed effettuando verifiche su 42 veicoli e presso tre bar. Durante il pattugliamento, in piazza Di Rauso, i militari hanno accertato che due auto parcheggiate, di proprietà di due persone residenti nella zona, erano prive di assicurazione. Per questo motivo, sono stati contattati i proprietari che sono stati sanzionati amministrativamente ed i mezzi sono stati sequestrati. Controllo con risultato analogo era avvenuto pochi giorni dopo la denuncia della consigliera Chiodo relativa all’occupazione abusiva di garage nelle palazzine Aler di Santa Maria.

Box delle palazzine passati al setaccio

Inoltre, i militari hanno controllato l’area dei box dei palazzi in questione che affacciano sulla piazza, dove erano stati segnalati, appunto, i disturbi provocati da alcuni giovani, e hanno controllato i contatori delle abitazioni al fine di accertare eventuali furti di corrente elettrica. Durante il controllo di un bar del quartiere Ombriano, i militari hanno sanzionato amministrativamente per ubriachezza una donna di 36 anni perché, in evidente stato di alterazione da abuso di alcolici, stava disturbando all’interno di un locale.