Scuola Primaria di San Bernardino. Il presepe più bello

Da sabato 9 dicembre a sabato 6 gennaio 2024 presso la chiesa di San Bernardino – Auditorium Manenti si terrà la tradizionale mostra presepistica. Tra i molti espositori anche la scuola primaria di San Bernardino che nel corso dell’anno scolastico 2022/23, grazie alla disponibilità del presepista Beppe Torchiani, aveva proposto un progetto di gruppo rivolto a tutte le classi della scuola. Torchiani, anche grazie alla collaborazione delle famiglie dagli alunni per recuperare materiale di riuso come cassette di legno, cartoncini, confezioni in cartone e altri materiali, ha aiutato i ragazzi a realizzare un grande presepe che è stato collocato e ammirato nell’atrio di ingresso della scuola. Un gran bel lavoro che ha permesso di realizzare, oltre alla capanna della natività, molti altri elementi del presepe quali paesaggi, case realizzate con diversi materiali, alberi, un bel pozzo, personaggi, anche un angelo a completare il villaggio – interamente realizzato e colorato a mano dagli alunni – dove è nato Gesù.

Gli alunni coinvolti e le dichiarazioni

Il progetto, che ha coinvolto in maniera trasversale diverse discipline come Geografia, Geometria e Arte, ha unito tutti le classi facendo lavorare insieme di volta in volta i quasi 80 alunni della piccola scuola di San Bernardino, storica realtà educativa promotrice di mille iniziative che fanno dell’inclusione il suo faro. “La realizzazione del presepe ha portato i ragazzi ad affrontare e fare propri diversi aspetti: superare gli stereotipi, risolvere insieme gli eventuali problemi incontrati, ideare, progettare e creare un manufatto a partire da materiale che, altrimenti, sarebbe stato scartato” dichiara la maestra Eleonora Martone. “Lavorare insieme è stata una bella esperienza; ci siamo aiutati e abbiamo incontrato culture diverse superando le differenze perché tutti avevamo un obiettivo da raggiungere e per il quali impegnarsi e il risultato è stato fantastico” hanno invece chiarito, tra un sorriso e l’altro, alcuni bambini. Attilio Maccoppi, Ds dell’Ic Crema I ha parlato di “un’esperienza importante per la nostra scuola che ha permesso lo sviluppo di competenze trasversali che con la didattica frontale non sarebbe stato possibile raggiungere”. Progetti di inclusione e per tutti secondo l’assessora all’Istruzione Emanuela Nichetti. Non resta che andare ad ammirarlo!