GP della Soldiarietà. Il ‘Club Clay’ dona 40mila euro

E la corsa continua. È il titolo di uno dei libri di Clay Regazzoni che il club a lui dedicato, fondato e cresciuto sull’asse Paullo-Castelleone, ha preso come motto per rilanciare la propria attività a chiusura della trentesima stagione. Annata andata in archivio sabato 25 novembre con il tradizionale Gran Premio della Solidarietà, una cena di gala con grandi ospiti del mondo dei motori nel corso della quale abitualmente il Club Clay – Aiutiamo la paraplegia dona alla ricerca e all’assistenza il ricavato dei numerosi eventi promossi nel corso dell’anno ormai al tramonto.

Ospiti d’onore della cena, alla quale hanno preso parte tantissimi soci del sodalizio, Thierry Boutsen, il dott. Gian Carlo Minardi, Thomas Biagi, Christian Pescatori, Andrea Montermini; ognuno di loro ha raccontato la propria storia sportiva personale.

La serata ha conosciuto anche l’atteso momento della consegna di quanto raccolto nel corso dell’anno dalla Onlus. 40mila euro che sono stati suddivisi tra le unità spinali degli ospedali Niguarda e Mozzo e la casa c’accoglienza Guglielmi di Montecatone. A rappresentare le tre strutture rispettivamente il dottor Spinelli e le dottoresse Galeri e Gasperini. Intorno alle 24 la bandiera a scacchi a chiudere il GP. La solidarietà ha vinto un’altra volta. Il taglio della torta e tanti sorrisi il premio per tutti.

Approfondimenti su Il Nuovo Torrazzo in edicola.