Ospedale Caravaggio-Treviglio. 10.000 urologi seguono il prof. Vavassori operare in diretta al Congresso Europeo

Ospedale
Il prof. Vavassori durante l'intervento

Un prestigioso riconoscimento per Ivano Vavassori, direttore del Dipartimento Chirurgico e del Reparto di Urologia dell’Asst Bergamo Ovest: il professionista ha presentato, utilizzandolo in diretta chirurgica dalla sala operatoria, il nuovo laser di II generazione ad Olmio per l’enucleazione della prostata.
L’intervento, seguito via web da più di 10.000 urologi provenienti da tutto il mondo, è stato eseguito durante il 38° Congresso Europeo di Urologia, organizzato a Milano dall’EAU (Associazione Europea degli Urologi) e svoltosi dal 10 al 13 marzo scorsi.

Innovativa tecnologia

La tecnologia del laser di II generazione ad Olmio è in uso nella sala operatoria dell’Ospedale di Treviglio – Caravaggio da alcuni mesi e permette di intervenire sulla prostata riducendo il sanguinamento e accorciando i tempi di degenza a un giorno solo nel post operatorio.
“L’intervento eseguito durante la sessione di Live Surgery è andato molto bene – spiega il prof Vavassori – con un’ottima platea in auditorium e in streaming. Non nascondo che ero un po’ teso per questa diretta, visto il parterre del congresso, dove erano presenti colleghi esperti di livello internazionale. Non posso che ringraziare la Direzione Strategica dell’Asst Bergamo Ovest, che ha investito in questa innovativa tecnologia che io e il mio staff possiamo quotidianamente utilizzare in Ospedale a Treviglio”.

Vavassori, nuovamente punto di riferimento internazionale

“Continuiamo a investire in tecnologia e nuove metodiche – afferma Peter Assembergs, direttore generale dell’Asst Bergamo Ovest –. Ivano Vavassori si conferma nuovamente punto di riferimento internazionale per gli interventi con il laser”.