Un’attesa durata due anni: torna il Gran Carnevale Cremasco

C’è attesa e trepidazione per uno degli eventi che meglio sintetizzano lo spirito cremasco fatto di resilienza, laboriosità, voglia di condividere e fare festa. I carri allegorici stanno già scaldando i motori. Pronti a sfilare per le vie della  città e animare le maschere di cartapesta insieme ai personaggi a tema.
La città di Crema non vede l’ora di tornare  a vivere e ospitare la manifestazione più bella e divertente, da sempre capace di regalare, sorrisi, spensieratezza e leggerezza. La 35esima edizione del Gran Carnevale Cremasco sarà l’edizione della ripartenza, la più spettacolare perchè tanto attesa.

“Regalare momenti indimenticabili”

Rimandata per due anni consecutivi a causa della pandemia, che imponeva restrizioni  inconciliabili con lo spirito che caratterizza il Carnevale, ora finalmente si è liberi di esprimere le proprie emozioni, specie quelle gioiose, che ci spingono verso gli altri. La voglia di fare festa, stare insieme, prevale su tutto.
Vogliamo regalare dei momenti indimenticabili – dichiara Eugenio Pisati, presidente del Comitato Carnevale Cremasco –. Abbandonare per qualche giorno preoccupazioni, ansie di questi ultimi mesi  bui, segnati da pandemia, guerra e crisi energetica. Ci auguriamo che questa edizione sia all’altezza delle aspettative, della gran voglia di uscire e fare festa di tutti i cremaschi, dopo un lungo periodo difficile”.

Una festa, due sfilate e molto altro

I carri allegorici, a tema, faranno sfoggio di tutta la  loro bellezza, creatività e ingegnosità, frutto del lavoro certosino di una ventina di volontari appartenenti al Comitato.  Negli anni c’è stata qualche defezione, compensata tuttavia da tante idee e proposte e da una rinnovata  carica di entusiasmo. A realizzare, artigianalmente, i 5 grandi carri che vedremo sfilare le domeniche 19 e 26 febbraio, il gruppo Barabèt e Amici che, uniti, si sono dati appuntamento costantemente nel capannone di via Fermi per lavorare e regalare alla città un evento unico nel suo genere. Il Carnevale Cremasco, il più famoso e importante della  Lombardia, offre anche l’occasione, ai numerosi turisti, di visitare la bella città di Crema. Attesi migliaia di visitatori.

I carri in gara

Il carro del Gagèt (repertorio)

“Le  due domeniche in cui sfileranno i grandi carri allegorici in concorso tra loro, nel 2023 – conclude Pisati – sono idealmente la prosecuzione della prima manifestazione che si era avviata nel 2020, prima dello scoppio della pandemia. Il Covid aveva improvvisamente preso il sopravvento, oscurando tutto. Ora è come se si ripartisse da dove ci eravamo lasciati: da quella domenica 16 febbraio 2020, baciata dal sole e dalla folla di gente, che aveva riscosso un grande successo. Le due domeniche, il 19 e il 26 febbraio completano, nel 2023,  l’esordio della manifestazione del 2020”.
I cinque carri che parteciperanno alla competizione  sono: carro gabbia intitolato “I Want to break free”; carro castello “Non ci sono più le mezze stagioni”; carro botte” Il naufragio dell’umanità“; carro strada “Quando ero piccolo io”; carro drago “La leggenda del Tarantasio”.

Eccellenza lombarda

“Torna l’allegria, che contagia l’intera città. Torna il nostro Carnevale Cremasco, giunto alla 35esima edizione. Il grazie va innanzitutto al Comitato, che ha lavorato per lunghi mesi e senza risparmiarsi per allestire e consegnare un’edizione all’altezza della fama che ormai il nostro Carnevale ha conquistato in Lombardia e sullo scenario nazionale, così come testimoniato dalle migliaia di persone che a ogni edizione formano la splendida cornice dell’evento, diventandone parte integrante, con la propria allegria, con i colori, con la voglia di stare insieme e di fare festa. Bentornato Carnevale Cremasco! Ci sei mancato”, ha detto il sindaco Fabio Bergamaschi.
“Quest’edizione del Carnevale sarà l’edizione della ripartenza – commenta l’assessore alla Cultura e Politiche giovanili Giorgio Cardile –. Un enorme grazie va agli splendidi volontari del comitato. Per il turismo l’opportunità di far conoscere Crema a tanti visitatori. Preparate le maschere per questa grande eccellenza lombarda”.

Programma completo e approfondimenti sul giornale di sabato in edicola.