“Polo della sicurezza”: Comune impegnato anche su questo fronte

Foto di repertorio

Parliamo di Protezione civile. Quest’anno prenderà avvio la nuova convenzione tra il Comune di Crema e l’associazione Anai sezione di Crema-Protezione civile “Lo Sparviere”, già impegnata con continuità e a più livelli di competenza tecnica, per la prosecuzione e l’implementazione dei progetti e dei servizi in essere: interventi di protezione civile, supporto a servizi pubblici nel campo della pubblica assistenza, tutela dell’ambiente e dell’incolumità pubblica.

Polo logistico in via Macallé

“Il Comune – si legge nel Dup allegato al Bilancio – seguirà l’iter relativo alla costruzione del polo logistico della Protezione civile in via Macallé, in un lotto di 4.000 metri quadrati di proprietà di Consorzio.It, attiguo a quello destinato a ospitare in futuro la nuova caserma dei vigili del fuoco, oggetto di cessione, a tal fine, alla Provincia di Cremona“. Si realizzerà, così, un vero e proprio “polo della sicurezza” del territorio. “Si tratta di uno dei tre poli individuati in provincia, insieme a quelli di Cremona e Casalmaggiore. Sarà realizzato dalla Provincia stessa con fondi regionali. Vi saranno smistati i mezzi e le attrezzature della colonna mobile, attualmente sparsi nelle varie associazioni e nei diversi Comuni; sono previsti anche una sala operativa e uffici”, si precisa nella relazione programmatica comunale.

Caserma dei Vigili del Fuoco

Come noto, il Ministero dell’Interno (Dipartimento Vigili del Fuoco, Soccorso Pubblico e Difesa Civile) il Comune di Crema e Scrp hanno stipulato una convenzione avente per oggetto la realizzazione del nuovo distaccamento dei pompieri di Crema, in via Macallé, attribuendo a Scrp le funzioni di stazione appaltante. Dal 22 dicembre 2021, Consorzio.It è subentrata a ogni effetto di legge e contrattuale a Scrp nella convenzione denominata Realizzazione distaccamento dei Vigili del Fuoco nel Comune di Crema, assumendo diritti e obblighi.
Nella fase attuale, il Comune, unitamente a Consorzio.It, è impegnato “in una intensificazione del dialogo con il Ministero, finanziatore dell’intervento, volto ad accelerare l’iter amministrativo necessario per addivenire all’avvio delle procedure di gara per l’appalto dei lavori di realizzazione della caserma”.