Fiesco. Furto d’abbigliamento griffato, merce in parte recuperata dai Cc

Furto con recupero di parte della merce trafugata nella notte tra mercoledì e giovedì a Fiesco. A finire nel mirino dei ladri è stato un magazzino di stoccaggio di capi d’abbigliamento e accessori di top brand internazionali situato nella zona industriale di Fiesco. I ladri sono giunti nel piccolo paese a pochi chilometri da Castelleone con più mezzi, almeno due furgoni. Hanno fatto incetta di tutto quanto potesse essere caricato e sono fuggiti. Nella prima mattinata di giovedì uno dei furgoni è stato intercettato dai Carabinieri e bloccato. I predoni si sono dileguati nel nulla ma la merce è stata recuperata.

Il furto

L’allarme alla centrale operativa è stato lanciato da un istituto di vigilanza alle 4 della notte. “Sul posto si è portata una pattuglia della Stazione di Castelleone che ha verificato che i ladri erano appena scappati con due furgoni e un’auto, riuscendo a recuperare alcuni dati dei veicoli in fuga. Hanno anche accertato che i predoni, forse otto, avevano utilizzato come ariete per sfondare i portoni di ingresso della ditta una Fiat 500, poi risultata rubata a Fiesco. Poi avevano caricato i furgoni con capi di abbigliamento e accessori firmati che hanno trovato a disposizione, scappando in brevissimo tempo”.

L’inseguimento e il recupero della refurtiva

Le pattuglie hanno iniziato le ricerche sul territorio e alle 4.20 lungo la Paullese il convoglio composto da un’auto e dai due furgoni è stato intercettato.  “I militari hanno inseguito e intimato l’alt ai mezzi, ma i conducenti anziché fermarsi hanno accelerato. I mezzi hanno proseguito la loro corsa fino a Zelo Buon Persico e qui due veicoli, un furgone e un’auto, hanno puntato verso Milano mentre l’altro furgone ha svoltato verso il centro abitato di Zelo. I militari hanno seguito quest’ultimo veicolo il cui conducente si è infilato nella campagna che costeggia la strada. Qui ha tirato il freno a mano e dal veicolo sono scesi tre uomini che sono scappati di corsa per i campi circostanti, riuscendo a far perdere le proprie tracce tra la vegetazione.  I militari hanno quindi proceduto al recupero del furgone, risultato di proprietà di una ditta di Castelleone di cui è stato poi denunciato il furto, al cui interno sono stati trovati circa 500 pezzi tra capi di  abbigliamento e accessori di grandi marche, per un valore di oltre 200.000 euro”.

Al termine di tutti gli accertamenti tecnici necessari, la refurtiva è stata restituita al titolare della ditta che ha subito il furto e i due veicoli recuperati, il furgone e la Fiat 500 usata come ariete, sono stati restituiti ai proprietari.