Basket. Troppo Schio per la Parking Graf Crema; Logiman in cima

Reduce da una battuta d’arresto in quel di Lucca, maturata con il risultato di 75-60, domenica pomeriggio riflettori accesi al PalaCremonesi per la gara casalinga d’esordio nella Serie A1 femminile della Parking Graf Crema. E che esordio! A Crema sono giunte le campionesse d’Italia del Famila Schio, detentrici anche sia della Coppa Italia sia della Supercoppa italiana. Ospiti con un roster veramente importante, che comprende cestiste della Nazionale italiana e anche straniere rappresentanti delle rispettive squadre nazionali: uno spettacolo per gli appassionati della palla a spicchi.

Schio parte col turbo, poi rallenta

Le ragazze di mister Dikaioulakos, come prevedibile, sono subito partite col turbo e alla sirena del primo quarto avevano più che doppiato le cremasche (14-33). Secondo periodo sulla stessa lunghezza d’onda per le campionesse d’Italia, che hanno ulteriormente incrementato di 9 punti il vantaggio per un totale di 25-53. Mentalmente consapevole di avere il punteggio in cassaforte, Schio si è distesa un po’ nel terzo periodo e la Parking Graf ne ha potuto approfittare, aggiudicandosi il parziale col punteggio di 17-14 (per un totale di 42-67). Alla pari l’ultimo quarto (20-20) per il risultato finale di 62-87. Nel complesso un po’ imprecise le biancoblù nei tiri da 2. Prezioso il lavoro di Meresz nei rimbalzi (11 in totale).

Ottima vittoria dei rosanero a Padova

Rimangono aggrappati al gruppo di testa anche dopo la seconda giornata i ragazzi della Logiman Crema nella Serie B di basket maschile. In veneto, opposti al Virtus Padova, i rosanero hanno ben figurato, cogliendo altri due importantissimi punti in classifica. Sono partiti bene i ragazzi di mister Baldiraghi, che con un buon break di 6 punti (da 9-10 a 9-16) hanno condotto il primo quarto, conclusosi sull’11-18. Secondo e terzo periodo sono stati equilibrati nel punteggio (rispettivamente 14-16 e 25 pari), ma Crema ha toccato anche un massimo di 24 punti di vantaggio sul 33-57, verso la fine del terzo quarto, che sapeva di ipoteca. Nell’ultimo periodo i rosanero hanno retto bene, lasciando i veneti sempre a distanza di almeno una decina di punti fino al grande punteggio conclusivo di 67-82.