Crema. Provoca incendio, condannato a 5 mesi

Forze dell'ordine
Foto di repertorio

Nel febbraio del 2012 aveva causato un incendio in uno stabile Aler essendosi addormentato con la sigaretta accesa. Nel pomeriggio del 21 settembre di 10 anni dopo i Carabinieri della Stazione di Crema lo hanno arrestato, in esecuzione di un ordine di espiazione di pena presso il proprio domicilio emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura di Cremona. un cittadino italiano di 58 anni, con precedenti di polizia. L’uomo, cittadino italiano 58enne con precedenti di polizia a carico, dovrà scontare una condanna definitiva a cinque mesi e dieci giorni di reclusione per il delitto colposo.

I fatti

“La condanna – spiegano dal Comando Provinciale dell’Arma – è conseguenza dei fatti accaduti a Crema nella metà del febbraio 2012 quando l’uomo, durante una notte, aveva cagionato per colpa un incendio presso uno stabile dell’Aler di piazza Di Rauso a Crema, mettendo in pericolo l’incolumità dei residenti in  quel palazzo.  L’uomo si era addormentato con la sigaretta accesa provocando l’incendio del materasso di casa, ma le fiamme si erano estese all’appartamento del piano superiore. Tutte le abitazioni erano state evacuate, cinque persone erano finite al pronto soccorso per leggere intossicazioni da fumo e il responsabile era stato denunciato per quanto commesso”.

Condannato dal Tribunale di Cremona, la sentenza è ora divenuta definitiva con il conseguente ordine di espiazione della pena in regime di detenzione domiciliare. Per questo motivo è stato raggiunto nella sua abitazione e sottoposto alla misura.