Crema. Droga, due arresti per detenzione a fini di spaccio

Forze dell'ordine
Foto di repertorio

Un 38enne egiziano e una 20enne cremasca sono stati arrestati dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Crema, unitamente agli agenti della Polizia Locale cremasca. Il fermo è avvenuto a Crema in piazzale Rimembranze. L’accusa è detenzione di droga a fini di spaccio. A incastrarli l’occhio vigile delle telecamere del sistema di videosorveglianza comunale e quello dei ‘ghisa’ della città.

I movimenti dei due, in una città semideserta, hanno insospettito gli agenti in servizio di osservazione alle telecamere di sicurezza del Comune. La segnalazione alla centrale operativa dei Carabinieri è partita immediata. Militari del Nucleo Operativo dei Cc, supportati dai colleghi dell’Aliquota Radiomobile e da personale delle Polizia Locale di Crema, hanno iniziato un’attività di osservazione e controllo che ha portato in brevissimo tempo a documentare l’attività di spaccio, accertata con il controllo di due nigeriani che avevano appena acquistato droga dalla coppia. “A questo punto – spiegano dal Comando Provinciale dell’Arma – il personale operante è intervenuto per bloccare la coppia che senza fare resistenza è stata accompagnata presso la caserma ‘Maritano’ per i dovuti accertamenti. La perquisizione personale ha permesso di rinvenire 28 grammi di hashish, 100 euro in contanti provento dell’attività di spaccio e un coltello a serramanico; la successiva perquisizione presso l’abitazione della coppia ha consentito di rinvenire altri 53 grammi di hashish, un bilancino di precisione e tutto l’occorrente per il confezionamento”.

I due sono stati dichiarati in arresto per detenzione e spaccio di droga e la donna denunciata anche per porto abusivo di armi. Agli arresti domiciliari hanno atteso il processo con rito direttissimo all’esito del quale sono stati condannati a 9 mesi di reclusione e 1.200 euro di multa con pena sospesa.