Vescovo in Guatemala/8. Il saluto a mons. Rosolino

vescovo saluta il Quiché
Il vescovo mons. Gianotti con mons. Rosolino nell'episcopio di Santa Cruz

Domenica è stato l’ultimo giorno del vescovo Daniele nel Quiché, la diocesi del vescovo mons. Rosolino Bianchetti, di origini cremasche.
Una visita iniziata giovedì nella quale mons. Gianotti ha partecipato a varie celebrazioni, tra cui l’ordinazione di alcuni sacerdoti.
Ieri, domenica appunto, la celebrazione eucaristica nella cattedrale di Santa Cruz, concelebrata da mons. Rosolino e da un altro vescovo locale.
Poi, in giornata i saluti in vescovado, con tanti ringraziamenti per la bellissima esperienza di fraternità tra i due vescovi “cremaschi” e con la comunità locale che ha dimostrato molto affetto a mons. Gianotti.
Durante il soggiorno in Quiché il mons. Daniele, accompagnato da don Roberto Sangiovanni, parroco di Monte e missionario in Guatemala per undici anni, e Mauro Castagnaro, ha visitato il sito archeologico di Iximche, del XV-XVI secolo, alla fine dell’epoca Maya.

Domani la partenza per l’Italia

Vi hanno trovato ancora un altare per i riti tradizionali maya che si celebrano ancora oggi!
Il vescovo è oggi in visita ad Antigua.
Domani la partenza per l’Italia alle 17 (ora locale), con arrivo in Italia mercoledì mattina 10 agosto.