Sicurezza. Sindaco Bergamaschi a confronto con le Forze dell’Ordine

Il colonnello Massimo Dell'Anna, il sindaco Fabio Bergamaschi e il capitano Vincenzo Ottaiano
La stretta collaborazione tra Comune e Forze dell’Ordine in tema di sicurezza viene ulteriormente rafforzata attraverso tre distinti incontri del sindaco Fabio Bergamaschi con altrettanti ufficiali di Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza.
L’occasione per un primo formale confronto, cui ne seguiranno altri e – per quanto riguarda le Fiamme Gialle – la stretta di mano con il nuovo comandante provinciale, il colonnello Massimo Dell’Anna accompagnato dal capitano Vincenzo Ottaiano, comandante della Compagnia di Crema.  Bergamaschi ha ricevuto anche il vicequestore Bruno Pagani, che dirige il commissariato cittadino e il capitano Giovanni Meriano, comandante della Compagnia di Crema dei carabinieri.

Commissione consigliare sicurezza

Centrale rimane tuttavia anche il discorso legato alla Commissione consiliare sicurezza, che verrà rinnovata. Strumento che potrebbe avere funzioni propositive e di supporto alla programmazione di attività e azioni volte alla prevenzione e al controllo in materia di sicurezza pubblica e coesione sociale. 
Commissione che avrebbe la facoltà – in caso fosse ritenuto necessario – di fare partecipare dirigenti o funzionari comunali, figure di comprovata esperienza nella gestione dei problemi specifici in materia di sicurezza urbana, pubblica sicurezza e degrado sociale, nonché i responsabili delle Forze dell’Ordine debitamente invitati per audizioni o approfondimenti. In Consiglio, la scorsa settimana, la richiesta è arrivata anche dalla lista Borghetti Sindaco con il consigliere Torrisi, un passato da agente della Polizia.

Obiettivo città sempre più sicura

“La sicurezza – commenta il sindaco Bergamaschi –  è un elemento che caratterizza la qualità della vita e un tratto distintivo della realtà cremasca. Cionondimeno, anzi proprio per tale motivo, bisogna porre attenzione questa tematica. Proprio in quanto si tratta di una caratteristica esistente della nostra realtà cittadina, da preservare. Per questo motivo, già durante le prime settimane del mio mandato, ho voluto incontrare i vertici delle Forze dell’Ordine e scambiare con esse, oltre a un doveroso saluto e ringraziamento, impressioni e pensieri sul contesto e sulle azioni in campo, nel pieno rispetto delle rispettive competenze. Sono stato confortato dal quadro che mi è stato restituito”.

Collaborazione continua 

“Senza sottovalutazioni – prosegue il primo cittadino – ma con grande senso della realtà, continueremo a lavorare insieme nei prossimi anni, nell’ambito della regia della Prefettura. La stessa attenzione al tema sta alla base della volontà, che ho manifestato in Consiglio comunale, di riattivare la Commissione Sicurezza. Una richiesta delle minoranze cui intendiamo prestare ascolto, con l’auspicio che questo organismo possa diventare un luogo di confronto serio, come merita il tema, in cui dare risposte alle aspettative dei cittadini”.