Chiacchiere e Tortelli. Dal 12 al 16 agosto torna in piazza Aldo Moro

Da venerdì 12 a martedì 16 agosto si terrà, in piazza Aldo Moro la tradizionale manifestazione dedicata alla tipica eccellenza gastronomica di Crema: il tortello. L’evento è stato presentato questa mattina in municipio dal neosindaco Fabio Bergamaschi, dall’assessore alla Cultura Giorgio Cardile e dal presidente del Comitato Carnevale Cremasco, vincitore del bando, Eugenio Pisati. “Voglio subito ringraziare il Carnevale Cremasco per la disponibilità e l’interesse dimostrati al bando. Una realtà storica per la città, legata a un’altra tradizione tipicamente cremasca come è, appunto, la sfilata di Carnevale, si mette a disposizione, legando in qualche modo estate e inverno, alla manifestazione che vede il tortello al centro dell’evento. Se tutto andrà bene, come sembrerebbe dai protagonisti in campo, questa collaborazione potrà divenire un progetto-sistema da ripetere negli anni”.

L’intervento dell’assessore alla Cultura

Cardile, al suo debutto in conferenza stampa in qualità di assessore alla Cultura, ha invece sottolineato l’importanza di mantenere vive tradizioni come queste. “Crema è città sempre più turistica e attrattiva. Riproporre l’iniziativa sotto il nome di Chiacchiere e tortelli mette in evidenza l’ingegno della nostra tradizione che sarà da sprone per valorizzare Crema e le sue eccellenze. Oltre al tortello anche il salva con le tighe, la spongarda e tanto altre specialità cremasche che saranno gustate in un clima di convivialità divertimento e intrattenimento”.

La parola al Carnevale Cremasco

Quindi Eugenio Pisati ha dettagliato l’organizzazione delle giornate e motivato la scelta di partecipare: “Da due anni non riusciamo a proporre il Carnevale Cremasco nella sua tipica formula. Ci troviamo tutti i sabati e le domeniche e tra una chiacchiera e l’altra è nata l’idea di dare una mano all’organizzazione di questa manifestazione cremasca che in moltissimi, non colo della nostra città e territorio, aspettano. Ci siamo confrontati anche con la Pro Loco, con la quale collaboriamo da anni, ed è sorta la volontà di partecipare al bando. Sottolineo che la parte strettamente gastronomica verrà curata dal nostro chef-cuoco Michele  Denti e che ci siamo appoggiati alla Soffientini eventi, realtà con sede a Crema che cura grandi eventi. Sarà installata una cucina temporanea certificata dove opererà personale certificato mentre per montare l’allestimento e sparecchiare i tavoli ci saranno i nostri volontari del Carnevale Cremasco”.

Come sarà organizzata la manifestazione

Il menù prevede appunto i tortelli, forniti da Pane di Paolo e Ale di Casaletto Ceredano, il salva cremasco, la burrata, il salame cremasco, la spongarda e altre squisitezze. “Se riusciamo – ha specificato Soffientini – allestiremo anche, su idea della Pro Loco, in via dei Racchetti-via Matteotti la “melunera” ossia fette di anguria da consumare sul posto. Sottolineo che l’intrattenimento musicale che sarà diverso ogni sera, non si sovrapporrà all’iniziativa gastronomica: l’arpa, o i bonghi o un trio di cantanti, accompagneranno l’iniziativa non ne saranno i protagonisti”.
In via Matteotti previsti altri tavoli più ‘privati per chi voglia esclusivamente chiacchierare durante la cena.
Consigliatissima la prenotazione tramite messaggio WhatsApp allo 351.1005200. Saranno anche cucinati i tortelli per celiaci, senza glutine per permettere, in totale sicurezza, davvero a tutti, di gustare il dolce tortello cremasco! Altre idee sono in corso di definizione. sulla pagina social @chiacchiereetortelli aggiornamenti quotidiani!