Coro C. Monteverdi. Sabato 25 il concerto

L’ultimo, prestigioso appuntamento estivo del Coro “Claudio Monteverdi” di Crema sarà il concerto“Inni e Salmi Concertati” presso l’Auditorium “B. Manenti” – Chiesa di S. Bernardino in Crema, sabato 25 giugno  alle ore 21.

Il concerto, promosso dal Coro in collaborazione con il centro Culturale Diocesano “Gabriele Lucchi” di Crema e con il patrocinio del Comune di Crema e “Cultura Crema”, prevede l’esecuzione di composizioni sacre del cremasco Francesco Cavalli e del celebre Claudio Monteverdi.

Le dichiarazioni del direttore

Gli esecutori comprendono, oltre al Coro “Claudio Monteverdi” di Crema, anche solisti e strumentisti di fama, sotto la guida del direttore del coro, il Maestro Bruno Gini, che presenta con queste parole il programma del concerto: “L’accostamento tra Monteverdi e Cavalli proposto nel concerto costituisce una novità interessante relativa all’evoluzione dello stile compositivo che si realizza a Venezia nel Seicento, città sede dell’operato musicale di entrambi i musicisti, a testimonianza della ricchezza musicale presente nella città lagunare sia nella musica sacra che nell’opera.”

“La serata si aggiunge all’impegno profuso da anni dal Coro “Claudio Monteverdi” nella promozione delle composizioni di Francesco Cavalli in Italia e in tutto il mondo”, racconta ancora il Maestro Gini. “Il Coro infatti, in collaborazione con cantanti e strumentisti esperti nell’interpretazione della musica barocca, sta completando la registrazione integrale delle composizioni sacre e strumentali di Francesco Cavalli.”

L’ultimo disco di composizioni sacre di Cavalli “Hymns and Psalms”, registrato per Dynamic (Naxos) nel 2020 e uscito nel 2021, ha ottenuto recensioni molto positive in Italia e in Europa.

“Nei prossimi giorni”, continua Gini, “verranno registrati gli Inni e Salmi concertati a tre, quattro e cinque voci presso l’Abbazia Cistercense di Abbadia Cerreto”, splendido complesso in provincia di Lodi scelto dal Maestro Gini fin dal 2003 per la registrazione delle musiche di questo importante compositore, organista e fanciullo cantore presso il Duomo di Crema e affermatosi come musicista a Venezia, dove è divenuto uno dei protagonisti del Seicento musicale italiano.

 

Il concerto è aperto al pubblico nel rispetto delle normative antiCovid.

L’ingresso è libero e gratuito fino ad esaurimento posti.