Inchiostro. Torna il festival letterario dal 17 al 19 giugno

“I libri nutrono i nostri desideri” e tra quelli di chi ama la lettura c’è anche il ritorno del festival Inchiostro nella sua formula originale: una maratona di incontri, interviste, tavole rotonde e centinaia di libri da scoprire. Dopo le restrizioni dettate dalla pandemia, Inchiostro torna ad animare Crema per festeggiare una quarta edizione davvero ricca di autori e di eventi: in 3 giorni i chiostri del Sant’Agostino, la Sala Da Cemmo e CremArena ospiteranno più di 50 scrittori provenienti da tutta Italia, 40 eventi, oltre 30 editori indipendenti per una kermesse che fa dell’inclusione, della curiosità e della passione per i libri i suoi tratti distintivi.

Gli organizzatori e gli ospiti

Voluto e sostenuto dall’Assessorato alla Cultura, ideato e diretto dallo scrittore Lorenzo Sartori e realizzato in collaborazione con il Museo Civico Cremasco e la Biblioteca Civica Clara Gallini, Inchiostro prenderà il via venerdì 17 giugno alle ore 21 a CremArena con un ospite d’eccezione, il giallista napoletano Maurizio De Giovanni, autore di decine di romanzi molto amati dai lettori, alcuni dei quali noti al grande pubblico grazie alla loro versione televisiva, come nel caso de I Bastardi di Pizzofalcone, Mina Settembre e Il Commissario Ricciardi.

Con la sua atmosfera un po’ vacanziera e informale, con scrittori di generi letterari diversi, addetti ai lavori, critici e blogger, Inchiostro trasforma il Sant’Agostino in un brulicante villaggio dedicato al piacere della lettura, dal giallo al fantasy, dalla fantascienza al thriller, dal noir al rosa. Alcuni degli appuntamenti del festival sono inseriti in un percorso di formazione per docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado che potranno ricevere un attestato per il riconoscimento dei crediti formativi.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.

A breve il programma completo al sito www.festivalinchiostro.it