La Compagnia del Santuario dà il via a Cremainscena

Questo slideshow richiede JavaScript.

Commedia di apertura di Cremainscena sul palco di un affollatissimo

Teatro San Domenico, questa sera alle ore 21. Protagonista la Compagnia del Santuario con la commedia dialettale “Mizeria e nubiltà”, da un’idea di Eduardo Scarpetta e rielaborata e diretta da Checco Edallo e proposta per la prima volta nel 1993.

All’inizio della serata il saluto del presidente del San Domenico dott. Peppino Strada, quindi quello di Mattia Edallo, figlio di Checco fondatore, 40 anni fa, della Compagnia del Santuario. L’ha diretta fino al 2014, anno della sua scomparsa. La Compagnia ha al suo attivo l’allestimento e la messa in scena di 31 nuove Commedie (di cui 27 scritte dallo stesso Edallo), con oltre 325 rappresentazioni e 100.000 spettatori. Ha saputo avvicinare al teatro oltre 200 persone con i più svariati ruoli (dall’attore al trovarobe).

la Compagnia non sale sul palco dal 12 aprile 2019 e questa sera ha ripreso la sua attività molto caricata. Lo ha dimostrato con una commedia in un dialetto effervescente, con un’interpretazione molto convincente.

LA TRAMA

La storia racconta del marchesino Eugenio Favetti innamorato di Gina, una ballerina figlia di Gaetano Semolino, ricco commerciante. Costui non concede il consenso alle nozze fra i due se prima non conoscerà parentado di Eugenio. Il padre di Eugenio, il marchese Ottavio, ostacola il matrimonio per le umili origini di Gina. Eugenio, per uscire dall’impasse, assolda due famiglie di morti di fame che, fingendosi nobili, cercheranno di trarre in inganno Gaetano.
Nella casa di Semolino ne succedono di tutti i colori, fino a quale viene svelata la trama, ma nello stesso tempo Gaetano concede alla figlia di sposare Eugenio.

LO STAFF DELLA COMPAGNIA

  • Regia: Rosanna Furlan.
  • Aiuto regia: Mariella Fusar Bassini.
  • Attori: Elisa Andena, Nicoletta Anelli, Giovanni Bonizzi, Valentina Bonizzi, Vincenza Brazzoli, Antonio Conca, Daniela Dedè, Giusy Fichicelli, Roberto Freri, Beppe Moro, Fabrizio Narciso, Annalisa Radici, Giorgio Zucchi.
  • Costumi: Franca Firmi.
  • Riprese: Inadoga.
  • Scenografia virtuale 3D: Beppe Menozzi.
  • Arredi: L’Albero nel Tempo.
  • Consulenza: Mattia Edallo.
  • Assistenza: Claudio Brown, Umberto Moretti, Claudio Bassani, Gianfranco Sacchi, Giusy Fichicelli.