Spino d’Adda. Studenti di ‘Corsa contro la fame’

Con la camminata di mercoledì scorso, che ha coinvolto tutti i plessi scolastici di Spino e Dovera, l’Istituto Comprensivo di Spino d’Adda ha archiviato un’attività importante, che ha indotto a riflettere, a pensare, a darsi da fare per chi è nel bisogno. “La nostra realtà scolastica ha aderito al progetto didattico Corsa contro la fame, un progetto multidisciplinare, promosso ogni anno all’interno delle scuole italiane dall’organizzazione umanitaria ‘Azione contro la fame’ e patrocinata dal CONI – spiega il dirigente scolastico, professor Enrico Fasoli –. L’iniziativa, in linea con le direttive ministeriali per l’Educazione Civica, prevede laboratori didattici, kit di attività e materiali di approfondimento attraverso i quali i ragazzi potranno confrontarsi, vedere delle testimonianze di chi è meno fortunato e allo stesso tempo parlare di cambiamenti climatici, sostenibilità, siccità, guerre e povertà”.
Si tratta di un progetto che si pone “l’obiettivo di responsabilizzare tutti gli alunni e avvicinarli alla solidarietà. A livello nazionale, sono oltre mille e duecento le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado che hanno scelto di aderire a un evento di sensibilizzazione e di sport che, dalla sua nascita, ha coinvolto in tutto il mondo più di sette milioni di studenti di oltre 28mila scuole”.

Azione contro la fame

La partecipazione al progetto è stata deliberata dal Collegio dei Docenti e dal Consiglio di Istituto nelle rispettive riunioni del mese di ottobre 2021. “Nei mesi scorsi gli esperti di Azione contro la fame hanno avviato un percorso didattico di sensibilizzazione in aula o in Dad con l’obiettivo di illustrare agli alunni le cause strutturali e le conseguenze della fame, una piaga contemporanea che colpisce 811 milioni di persone nel mondo. Successivamente ogni classe/sezione ha potuto approfondire l’argomento grazie alle attività didattiche presenti nel kit di educazione civica fornito dall’organizzazione”.

Leggi l’articolo in versione integrale su Il Nuovo Torrazzo di sabato 14 maggio 2022